IL BLOG DI SIMEU

 

La sicurezza dei sanitari dell’emergenza. Il commento di Simeu dopo l’omicidio di Bari

Si moltiplicano sui giornali di questi giorni le manifestazioni di cordoglio e i commenti dopo la morte di Paola Labriola, la psichiatra in servizio al Sim, Servizio di igiene mentale di Bari, aggredita da un paziente e deceduta in seguito alle ferite riportate.

Il grave episodio di cronaca ha riacceso i riflettori sulle condizioni di scarsa sicurezza in cui si trovano a lavorare medici e infermieri del servizio pubblico, soprattutto nei servizi di emergenza.

Fra i commenti del mondo medico seguiti all’aggressione di Bari, l’Ansa ha riportato la posizione di Simeu nazionale. “Aggressioni ed episodi di violenza – si legge in un lancio dell’agenzia – sono in aumento anche nei Pronto soccorso e tra i medici del 118 che fanno servizio nelle ambulanze. Oggi, afferma il presidente della Società italiana di medicina di emergenza e urgenza, Giorgio Carbone, ”nei Pronto soccorso assistiamo a continui episodi di violenza, da parte dei malati ma pure dei familiari. Questo perchè sta aumentando la conflittualità generale in questo momento di forte crisi. Una situazione analoga – aggiunge – si registra pure per i medici del 118”.

Le strutture di emergenza-urgenza sono riconosciute dal ministero della Salute fra le aree più critiche per quanto riguarda il fenomeno delle aggressioni ai danni del personale sanitario. In particolare risulta dai dati raccolti da Simeu che interessati dal fenomeno sono gli infermieri, a cui è affidato il Triage che, come accesso al pronto soccorso, è il primo filtro con il pubblico. Da un’indagine svolta nel 2007 su un campione di 14 dipartimenti di emergenza in 15 regioni italiane, il 90% del personale aveva subito aggressioni verbali, il 35% aggressioni fisiche. Da dati Inail del 2005, su tutto il territorio nazionale i sanitari che denunciano di aver subito un’aggressione sono 429 e di questi 195 sono infermieri.

Questi sono gli ultimi dati ufficiali disponibili, ma negli ultimi anni il fenomeno è cresciuto in maniera esponenziale.

Leave a Reply

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield

*





SIMEU - SOCIETA' ITALIANA di MEDICINA D'EMERGENZA-URGENZA

Segreteria Nazionale:
Via Valprato 68 - 10155 Torino
c.f. 91206690371 - p.i. 2272091204

E-mail: segreteria@simeu.it
pec: simeu@pec.simeu.org
Tel. 02 67077483 - Fax 02 89959799
SIMEU SRL a Socio Unico

Via Valprato 68 - 10155 Torino
p.i./c.f. 11274490017
pec: simeusrl@legalmail.it