IL BLOG DI SIMEU

 

Arrivano i primi specialisti italiani dell’emergenza-urgenza

Le cerimonie di diploma in questi giorni nelle diverse città sede della Scuola di specializzazione

L’allarme di Simeu: Sono pochi rispetto alle necessità


@SilviaAlparone

23 GIUGNO 2014 – Si è conclusa la prima Settimana nazionale del Pronto Soccorso (16/22 giugno 2014) con grande successo di molte manifestazioni organizzate in tutto il Paese. Contestualmente Simeu, Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza, festeggia i primi specialisti in Medicina di Emergenza Urgenza, che escono dalle Scuole di Specializzazione nate in Italia nel 2009. I nuovi specialisti saranno 82 in totale, nelle diverse sedi universitarie.

Le cerimonie di diploma sono in corso in questi giorni: i primi si sono diplomati a Roma alcune settimane fa, gli ultimi saranno i senesi il prossimo 15 luglio.

Simeu rilancia però l’allarme: “I posti assegnati dal ministero per la specializzazione in Medicina di Emergenza Urgenza – dichiara Gian Alfonso Cibinel, presidente nazionale Simeu – sono molto inferiori ai fabbisogni definiti dalle Regioni. Il sistema di emergenza necessita di medici e infermieri formati e motivati; attualmente l’università non è in grado di formare un numero sufficiente di operatori. Gran parte del personale in servizio nei nostri pronto soccorso deve essere formato dopo l’assunzione, e spesso è personale ‘di passaggio’ che si ferma pochi anni o addirittura pochi mesi: questa mancanza di continuità nei team mette a rischio la qualità della risposta sanitaria e la sostenibilità nel tempo del sistema di emergenza”.

Pare scongiurato il taglio di finanziamenti e di posti previsto per il prossimo concorso di accesso alle Scuole di Specializzazione mediche: il totale sarà di 5.000 posti complessivi (per tutte le specialità mediche) anche per il nuovo concorso, ma non è chiaro se l’esame di accesso sarà relativo all’anno accademico 2013/2014 (con ritardo di molti mesi) o all’anno 2014/2015 (“saltando” un anno). Si attende comunque il decreto sulla ripartizione tra le diverse specializzazioni per sapere se varieranno o saranno confermati i 50 posti ministeriali per la Medicina di emergenza-urgenza, a fronte del fabbisogno dichiarato dalle regioni di circa 300nuovi contratti all’anno. “La Simeu – afferma ancora Gian Alfonso Cibinel – insiste perché la ripartizione dei posti tenga conto dei fabbisogni, a vantaggio dei cittadini e della funzionalità del sistema sanitario nazionale”.

In questi giorni Simeu è stata impegnata nella Settimana nazionale del pronto soccorso: su tutto il territorio nazionale incontri, dibattiti con la cittadinanza e dimostrazioni pubbliche di tecniche di primo soccorso al fianco di istituzioni e associazioni dei pazienti per ascoltare le esigenze dei cittadini e spiegare quali sono i meccanismi e i problemi dell’emergenza sanitaria: perché si aspetta in pronto soccorso, a cosa è dovuto il sovraffollamento e come funziona l’emergenza sanitaria.

Su facebook, alla pagina dedicata all’evento, la cronaca e le immagini dalle regioni che hanno aderito.

Leave a Reply

WordPress Anti Spam by WP-SpamShield

*





SIMEU - SOCIETA' ITALIANA di MEDICINA D'EMERGENZA-URGENZA

Segreteria Nazionale:
Via Valprato 68 - 10155 Torino
c.f. 91206690371 - p.i. 2272091204

E-mail: segreteria@simeu.it
pec: simeu@pec.simeu.org
Tel. 02 67077483 - Fax 02 89959799
SIMEU SRL a Socio Unico

Via Valprato 68 - 10155 Torino
p.i./c.f. 11274490017
pec: simeusrl@legalmail.it