21 MAGGIO - TERREMOTO EMILIA ROMAGNA: OPERATORI DI PRONTO SOCCORSO E CATASTROFI

E’ la notte del 20 maggio sono le 04:00 appena passate.
Una scossa di magnitudo 5,9 colpisce l’Emilia Romagna. Scendo in strada scosso quasi inebetito, in pigiama così come famiglie intere, ci sono calcinacci sul marciapiede... Un bimbo piange. Queste le prime immagini di quello che rivela essere un disastro.
Sono ospite di Luca Gelati, il coordinatore del PS dell’ospedale di Mirandola, quello stesso che da quì a poche ore sarà evacuato per i danni sofferti.
Lui si reca immediatamente sul posto la situazione è grave nei muri del nosocomio si sono aperte crepe di 2/3 cm che mettono a rischio la vita di pazienti ed operatori, viene dichiarato l’ordine di evacuazione.
I colleghi del PS, nonostante il susseguirsi delle scosse, continuano il loro lavoro a discapito delle propria salvaguardia. Nel frattempo nel piazzale dell’ospedale vengono allestiti 2 PMA presieduti dai colleghi che in contatto con il Luca sono scesi in campo accanto ai propri colleghi medici in soccorso dei cittadini.
Gli operatori del turno notturno subito dopo la prima scossa si rendono conto della situazione e senza perdere tempo si attivano diventando il punto di riferimento in quel caos, senza sapere nulla di ciò che è successo nelle loro case sono lì a prestare i primi soccorsi a chi si reca in PS anche solo perché non sa cosa fare, continuando a rispondere ai bisogni della popolazione, cuciono ingessano medicano confortano, incuranti delle scosse.
Intanto all’ordine di evacuazione tutti i degenti vengono portati sotto una tettoia nel piazzale in attesa dell’ esodo verso altri centri più sicuri.
File di letti ammassati al freddo sotto una pioggia fine ma incessanti con decine di coperte, infermieri e medici con carrelli di fortuna si occupano di loro non li abbandonano.
Il PS è vacuato dei suoi 36 ricoverati ora inizia il trasporto degli altri degenti i colleghi del PS non più impegnati, a parte quelli che presidiano i PMA non si fermano iniziano ad assistere i Pz che aspettano al freddo.
Ad ogni richiesta di aiuto una divisa si avvicina e risolve il problema sia esso di salute sia di conforto. Medici ed infermieri sono un’ancora a cui aggrapparsi in quel paesaggio da incubo.
In quel caos l’unica cosa che si distingue sono i movimenti sicuri, decisi e professionali degli operatori che con devozione continuano ad esserci per tutti. Tra loro una faccia conosciuta: Luca, che ad ogni problema trova una soluzione... Materiale che manca, trasporti da organizzare, decidere chi fa cosa e quando.
È l’espressione di una macchina che funziona, oliata dalle capacità e dalla volontà di aiutare dei nostri colleghi.
Sono arrivate le 14:00 dieci ore dalla scossa più forte, il PS ormai è deserto, desolato, sole calcinacci e piastrelle per terra, per giorni l’ospedale di Mirandola sarà una tenda che comunque continua a dare risposte ai bisogni della comunità.
Finalmente è arrivato, per una collega del turno notturno, il momento di tornare a casa, si ferma e piange: ”ho paura a tornare a casa non so se c’è ancora...”.

GRAZIE A:
Luca, Francesco, Antonio, Gloria, Maria, Valerio, Aurelia, Melissa, Geanina, Stefania, Rino, Samantha, Irene, Pasquale, Paolo, Paola, Patrizia, Roberto, Patrizia, Mirco, Francesca, Monica, Alessandra, Marco, Cinzia, Cristina, Sonia, Carmela, Paolo, Fabrizio, Marco, Katerina, Maria, Monica, Anna, Irio, Sandra, Fabio, Giuseppe, Maurizio, Giuseppe, Giancarlo, Luigi, Imerio, Andrea, Nicolò, Andrea, Davide, Cristina, Petro, Maura, Irene, Marco, Antonio, Marina, Calogero, Giuseppe, Mirandola, Alberto, Stefano, Geminiano, Giovanni, Rino, Denise, Simona, Sonia, Marianna, Francesco, Virgilio, Sara, Stefano, Licia, Simona, Francesca, Batool, Leonardo, Rino, Nicola e Lisetta.

Per visionare tutti le notizie pubblicate sul sito Simeu accedi all'archivio per consultarle suddivise per anno


SIMEU
SIMEU - SOCIETA' ITALIANA di MEDICINA D'EMERGENZA-URGENZA

Segreteria Nazionale:
Via Valprato 68 - 10155 Torino
c.f. 91206690371 - p.i. 02272091204

E-mail: segreteria@simeu.it
pec: simeu@pec.simeu.org
Tel. 02 67077483 - Fax 02 89959799
SIMEU SRL a Socio Unico

Via Valprato 68 - 10155 Torino
p.i./c.f. 11274490017
pec: simeusrl@legalmail.it