SIMEU


sito congresso

La SIMEU, Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza è aperta ai medici ed agli infermieri impegnati in Pronto Soccorso, nell'Emergenza Territoriale e nelle strutture di Medicina d'Urgenza, ovvero a tutti quelli che operano ad ogni titolo nell'ambito delle emergenze-urgenze sanitarie. La società è apartitica, apolitica, ha carattere volontario, non ha scopo di lucro. La casa comune di tutti i soci è questo sito.

"La mia specialità sarebbe stata il Pronto Soccorso: tutti i mali degli uomini, i mali di tutti gli uomini, come dire, tutte le specialità"

Daniel Pennac - La lunga notte del dottor Galvan

news


Simeu è quotidianamente impegnata nella lotta contro il dolore acuto in pronto soccorso, con la pratica clinica e le proposte formative

Il trattamento del dolore acuto dei pazienti dell'emergenza deve diventare sempre più tempestivo ed efficace, per garantire un migliore esito delle cure e una risposta adeguata alle necessità del paziente. A questo tema Simeu dedica ricerca, workshop dedicati in occasione di convegni scientifici e interi cicli dei suoi corsi di formazione.



Summer School SIMEU 2014: anche quest’anno la sede è Brucoli in Sicilia

Torna anche quest'anno la summer school SIMEU, nella doppia versione inaugurata lo scorso anno, una per i medici, dal 18 al 23 settembre, l'altra dedicata alla professione infermieristica, dal 23 al 27 settembre (quest'ultima accreditata ecm).

Per il quarto anno consecutivo, la full immersion di formazione estiva si tiene in Sicilia: se prima la location era Noto, dal 2013 le intense giornate di lavoro si tengono a Brucoli, in provincia di Siracusa, in una struttura esclusivamente dedicata ai corsi: dalle 8.30 del mattino fino al brek di pranzo, la formazione si concentra sulla teoria, mentre il pomeriggio, fino alle 19, è dedicato interamente alla pratica, con workshop e simulazioni di casi clinici. I temi trattati sono relativi ai principali problemi metodologici di approccio e gestione della medicina di emergenza-urgenza, affrontati sotto la guida dei migliori formatori delle faculty SIMEU. Il programma didattico affronta i temi fondamentali della disciplina, cominciando dall'ecografia in urgenza, la gestione fluidi, l'emogas analisi, la rianimazione cardio-polmonare nell'adulto e nel bambino, la Niv.

La sera è dedicata invece a incontri sulle questioni più complesse dell'attività dell'emergenza, dal trattamento del dolore in pronto soccorso ai temi etici legati al fine vita, alle questioni connesse all'identità professionale del medico/infermiere dell'emergenza-urgenza.

Responsabile della Summer school SIMEU è Anna Maria Ferrari, Direttore dell'Unità Operativa di Medicina d’Urgenza, Pronto Soccorso e CO118 dell'Azienda Ospedaliera (IRCCS) Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

La Summer School è un'iniziativa interamente finanziata da SIMEU, escluso il viaggio che è a carico dei partecipanti, ed è aperta a infermieri e medici soci della società scientifica, fra cui specializzandi indicati dai direttori di ciascuna delle scuole di specializzazione in medicina di emergenza-urgenza presenti in Italia e medici strutturati con meno di 35 anni indicati dai singoli presidenti regionali, dietro presentazione del curriculum vitae da parte degli interessati.



EuSEM, L’EUROPA DELLA MEDICINA D’EMERGENZA-URGENZA A RACCOLTA, AMSTERDAM 28 SETTEMBRE - 1 OTTOBRE 2014

Sarà l'Olanda quest'anno la sede del congresso Eusem, European society of emergency medicine, atteso per il 2015 a Torino, città che scalda i motori già nel 2014 ospitando il congresso nazionale della Società italiana di emergenza-urgenza, dal 6 al'8 novembre prossimi.

Fra domenica 28 settembre e mercoledì 1° ottobre ad Amsterdam si farà il punto sulle sfide dell'emergenza ospedaliera e pre-ospedaliera a livello europeo, confrontando situazioni diverse nei diversi Paesi, con lo scopo di definire e diffondere uno standard comune per la medicina di emergenza-urgenza.

Si parlerà fra i molti temi trattati di tecnologie e metodiche proprie della specialità, prassi cliniche e sistemi di triage, gestione dei casi più frequenti o critici in emergenza, sempre in un'ottica comparativa fra i diversi Paesi e puntando ad uniformare l'offerta sanitaria al livello qualitativo più alto possibile.

In quest'ottica, un momento particolare delle giornate congressuali sarà, lunedì 29 settembre, la premiazione dei 12 medici che hanno ottenuto il premio Eusem, sugli 84 iscritti. L'esame prevedeva una parte teorica e una parte pratica relativa alla gestione di casi clinici, di situazioni di particolare difficoltà relazionale con i pazienti e i loro familiari e di rilevanti questioni organizzative. Fra i premiati, ci sono i nomi di due medici che lavorano a Firenze, Nazarian Peiman e Gabriele Viviani. Il premio attesta una preparazione conforme agli standard europei, definiti sulla base del curriculum europeo del medico medicina di emergenza-urgenza, che ancora non ha valore legale, a differenza di altre specialità, ma che costituisce un importante traguardo nella definizione di un'identità unica del medico dell'emergenza in Europa.

Le lezioni magistrali di quest'anno saranno tenute da Lance Becker, fondatore e direttore del Center for Resuscitation Science dell'Università della Pennsylvania; Peter Cameron, past president della Federazione internazionale della Medicina di Emergenza; Louise Cullen (Australia); Sten Rubertsson (Svezia); David Huang (Usa).

Simeu sarà rappresentata oltre che dal presidente nazionale, Gian Alfonso Cibinel, da un nutrito gruppo di relatori guidato da Riccardo Pini, rappresentante Simeu in Eusem e componente della delegazione italiana nella sezione Emergency Medicine della European Union of Medical Specialists (EUMS).

Per i dettagli sul congresso Eusem di Amesterdam http://www.eusem2014.org/en/.



ROMA 12 SETTEMBRE: QUANDO I PAZIENTI DEL PRONTO SOCCORSO SONO I BAMBINI, UN CONGRESSO DI SIMEU GIOVANI E SIMEUP

Le emergenze pediatriche sono al centro della giornata organizzata il prossimo 12 settembre da Simeu Giovani di Lazio, Toscana e Umbria in collaborazione con Simeup, società scientifica dell'emergenza-urgenza pediatrica. Un congresso interregionale nato dall'esigenza dei giovani medici di approfondire le proprie conoscenze teoriche e migliorare le proprie capacità gestionali nei casi di emergenza sanitaria nei bambini. Come devono essere affrontati i causi di trauma nei pazienti più piccoli, sia nel caso di lesione che di sospetto caso di abuso, e quali accorgimenti particolari devono essere impiegati nelle usuali tecniche di pronto soccorso: saranno questi alcuni temi trattati dai relatori degli incontri a cui, nel pomeriggio, seguiranno le esercitazioni pratiche.

Presidente del congresso è Francesco Rocco Pugliese, presidente di Simeu Lazio. Sede dei lavori il Dipartimento di Scienze odontostomatologiche e Maxillo-facciale dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Aula Capozzi. I dettagli nel programma del corso in allegato. Allegato





NUOVI SPECIALISTI PER UNA NUOVA MEDICINA DI EMERGENZA-URGENZA: UN ARTICOLO DEL QUOTIDIANO “LA REPUBBLICA”

Lunedì 4 agosto è stato pubblicato sulle pagine nazionali del quotidiano La Repubblica, un ampio servizio sul tema dei primi specializzati in Medicina di emergenza urgenza, che si sono diplomati fra giugno e luglio in tutte le città sede della scuola.

L'articolo, a firma di Michele Bocci, tocca diversi temi legati alla disciplina e racconta il percorso di trasformazione in atto già da tempo delle professionalità di medico e infermiere di pronto soccorso, raccontati attraverso le interviste con diversi esponenti del mondo Simeu, dal presidente nazionale Gian Alfonso Cibinel a Valeria Donati rappresentante dei Giovani, oltre alla voce di Gian Franco Gensini, presidente della Conferenza permanente per la formazione in medicina di emergenza-urgenza.

Il servizio giornalistico, frutto dell'incontro fra l'impegno mediatico di Simeu sul tema e l'interesse del quotidiano per l'argomento, è testimonianza ulteriore dell'incessante attività della società scientifica a favore della Scuola di specializzazione in medicina di emergenza-urgenza, che ha recentemente visto aumentare i posti messi a disposizione dal ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca da 50 a 70 annuali.

L'articolo è scaricabile anche sul sito di Repubblica, all'indirizzo: http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/08/04/news/bisturi_e_adrenalina_al_pronto_soccorso_arrivano_gli_e_r_italiani-93082813/

L'intervento di Gian Alfonso Cibinel, a commento del servizio giornalistico, sulla stessa pagina del quotidiano:

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/08/04/news/l_esperto_ma_per_avere_un_servizio_perfetto_ci_sar_bisogno_di_pi_posti_letto-93088791/

Oltre all'articolo su Repubblica, Simeu è stata interpellata dai mezzi di comunicazione per commentare l'arrivo dei nuovi specialisti nel mondo della sanità italiana anche da altre testate ed emittenti giornalistiche nazionali e locali, fra cui Radio Rai 2 e il Corriere della sera.





PROTOSSIDO D’AZOTO: LA MOBILITAZIONE DELL’EMERGENZA URGENZA

Variazioni sulle regole per la prescrivibilità del protossido di azoto, in ambiente intra ed extraospedaliero.
Una determina dell'Agenzia del farmaco dello scorso dicembre affidava l'impiego del protossido a i soli specialisti in Anestesia e rianimazione e in Odontoiatria. In risposta a una prima lettera firmata dalle società scientifiche dell'emergenza-urgenza, l'Aifa, lo scorso 17 luglio, ha delegato la regolamentazione della prescrivibilità, in ambiente ospedaliero, alle singole aziende tramite protocolli specifici, attraverso cui possono essere coinvolti tutti gli specialisti osedalieri con la presenza costante però di anestesista.
Pur apprezzando il passo avanti compiuto grazie all'intervento dell'Agenzia del farmaco, Simeu sottolinea tuttavia l'importanza dell'autonomia professionale degli specialisti dell'emergenza nella somministrazione del protossido, sia dentro che fuori l'ospedale. La vicenda quindi continua.

In allegato, la lettera inviata all'Aifa, di cui Simeu è prima firmataria, e la risposta dell'Agenzia. Sul blog Simeu i dettagli della questione.

Lettera SIMEU

Lettera AIFA



LA POLEMICA SUI PRONTO SOCCORSO DI PISA E DI LIVORNO

La posizione Simeu: è solo la punta dell'iceberg della sofferenza dell'emergenza sanitaria toscana

In merito alle polemiche dei giorni scorsi sui pronto soccorso di Pisa e Livorno in seguito alle dichiarazioni sui social network di Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, riprese poi dai tradizionali mezzi di comunicazione, la Società italiana di medicina di emergenza-urgenza ha preso posizione come segue. Il comuincato è stato ripreso dall'Agenzia di stampa nazionale Ansa, che in un lancio dello scorso giovedì 26 giugno ha riportato la posizione del presidente regionale Simeu, Alessio Bertini.


Ritratto del Pronto soccorso di Pisa, 2009-2014

Il numero dei pazienti che stazionano in pronto soccorso in attesa di posto letto è in costante e continuo incremento. I primi mesi del 2014 hanno visto un significativo aumento degli accessi, in particolare dei codici rossi, i più gravi. Nel 2009 sono stati visitati circa 79.000 pazienti; oggi, 2014, stiamo andando verso i 90.000 accessi all'anno. Il personale è rimasto sempre lo stesso. Nel 2009 un codice giallo veniva visitato nella prima mezz’ora dall’arrivo, oggi, 2014, la media è superiore ai 60 minuti.

Ritratto del Pronto soccorso di Livorno, 2009-2014

Sono stabilmente circa 70 mila gli accessi dal 2009 al 2014, con un aumento sensibile però dei codici rossi, in seguito alla riorganizzazione della rete ospedaliera nella periferia di Livorno e di conseguenza dei percorsi di cura. Il mancato bersaglio del MeS, il Laboratorio in Management e sanità della Scuola superiore Sant'Anna, da parte della ASL 6 riguarda soprattutto la percezione degli utenti che sicuramente risente della carenza di personale, in particolare di infermieri rispetto alla media dei pronto soccorso toscani. Nel bersaglio MeS si rileva come questi elementi si associno a una percezione negativa dei pazienti riguardo al servizio erogato e anche a un clima interno non ottimale per gli operatori (http://performance.sssup.it/toscana/index.php per accedere al documento è sufficiente registrarsi sul sito).


Perché le aziende sanitarie regionali non ascoltano gli specialisti?

“Ciò che si è verificato nei Pronto Soccorso di Pisa e di Livorno – dichiara Alessio Bertini, presidente Simeu Toscana - è solo la punta di un iceberg che affligge molte strutture anche in una Regione 'attenta' come la Toscana così come nel resto d'Italia.

Nel 2011 la nostra Società ha espresso indicazioni su come dovrebbero essere organizzati i Pronto Soccorso e sulle dotazioni organiche degli stessi (numero di accessi, presenza di Osservazione Breve Intensiva, e dell'area semi-intensiva, complessità della casistica) “Standard Organizzativi delle Strutture di Emergenza-Urgenza” (http://www.simeu.it/file.php?file=leggi&sez=articoli&art=3318), che alcune aziende, ma solo alcune, hanno iniziato a utilizzare per la riorganizzazione delle cure. Persino il MeS, il Laboratorio in Management e sanità della Scuola superiore Sant'Anna, ha individuato nei dati 2013 elementi di disparità nelle dotazioni organiche di infermieri e medici con il Pronto soccorso di Pisa che è tra gli organici (Medici e Infermieri) più risicati della Toscana. Ma anche questo segnale d'allarme è stato ignorato.

Se è vero che sono i cardiologi a spiegare come organizzare le UTIC, perché non vengono coinvolti i medici d'urgenza nell'organizzazione dei Pronto Soccorso?

Simeu raccoglie oltre 3.000 professionisti (medici ed infermieri dell'Emergenza-Urgenza) in Italia e, come società scientifica libera e volontaria, ha come obiettivo la qualità delle cure e l'efficienza delle strutture, gli stessi valori che interessano al cittadino.

Noi sappiamo, per esperienza quotidiana, quanto tempo è necessario dedicare a ciascun paziente per rendergli dignitoso il soggiorno in Pronto Soccorso e per adempiere a tutte le procedure necessarie per la sua sicurezza e per la tutela del rischio clinico.

In questi anni il sistema di verifica si è basato solo sulla misura dell'efficienza senza prestare troppa attenzione alla qualità delle cure e all'adeguatezza del personale. È possibile pensare di ridisegnare il sistema per "intercettare" entrambe queste necessità, ma non lo si può fare senza il coinvolgimento di chi il sistema lo conosce, lo governa e lo vive tutti i giorni”.



ARRIVANO I NUOVI SPECIALISTI IN EMERGENZA-URGENZA, MA UN CAVILLO BUROCRATICO POTREBBE IMPEDIRE L’ACCESSO ALLA PROFESSIONE

Fra domani, martedì 15 luglio, e il prossimo giovedì 17 luglio, si diplomano rispettivamente a Siena e a L'Aquila gli ultimi specialisti in Medicina di Emergenza-Urgenza dell'anno: in tutto nel 2014 sono stati 82 e sono i primi in assoluto ad uscire dalla Scuola di specializzazione, inaugurata in Italia cinque anni fa, nel 2009.

Ma i giovani specialisti potrebbero avere problemi per l’accesso alla professione nel servizio sanitario nazionale. Negli ultimi dieci giorni sono arrivate segnalazioni di difficoltà da parte di alcune aziende sanitarie (in particolare del Triveneto) ad accettare i neo-specialisti in medicina di emergenza-urgenza come candidati idonei per i pronto soccorso e per le strutture di medicina d'urgenza. Le difficoltà nascerebbero dal fatto che nella tabella vigente delle equipollenze - le specialità ammissibili per i concorsi - la specializzazione è indicata come "Medicina d'Urgenza" e non come "Medicina di Emergenza-Urgenza".

In altre aziende sanitarie (per esempio in Emilia Romagna) è stato sufficiente interpretare la norma, alla luce della conclusione quest'anno del primo ciclo della Scuola, ammettendo d'ufficio anche i primi specializzati nella disciplina propria dell'emergenza.

Tutta la Fimeuc, Federazione italiana di medicina di emergenza-urgenza e delle catastrofi, di cui Simeu fa partedichiara Gian Alfonso Cibinel, presidente nazionale Simeu, Società italiana di medicina di emergenza urgenza - chiede con forza che sia predisposta al più presto dai ministeri competenti, Miur e Ministero della Salute, una circolare esplicativa sul tema in modo da uniformare i comportamenti delle amministrazioni su tutto il territorio nazionale, anche per evitare due situazioni che avrebbero dell’incredibile: l’impossibilità di accesso alla professione nel servizio sanitario nazionale per i neo-specialisti in medicina di emergenza-urgenza e la decisione dello Stato di non assumere professionisti dell’emergenza altamente qualificati, dopo aver investito centinaia di migliaia di euro per formarli. Sul tema invieremo ai ministri Beatrice Lorenzin e Stefania Giannini una lettera a firma congiunta con Gian Franco Gensini, presidente della Conferenza permanente per la formazione in medicina di emergenza-urgenza”.

Si resta intanto in attesa del decreto per la ripartizione dei posti messi a disposizione dal Governo per le scuole di specializzazione in Medicina, per sapere se varieranno o saranno riconfermati i 50 posti ministeriali per la Medicina di Emergenza-Urgenza. Resta il fabbisogno dichiarato dalla Conferenza Stato-regioni di circa 300 nuovi contratti di specialità all'anno per l'emergenza sanitaria.





INIZIA LA #SETTIMANAPS: GLI EVENTI DI LUNEDÌ 16 E MARTEDÌ 17 GIUGNO IN TUTTA ITALIA

Inizia la #SettimanaPS: l'avvio ufficiale si terrà a Roma, in Piazza San Giovanni in Laterano, adiacente all'ospedale San Giovanni Addolorata: dalle 10 alle 14, medici e infermieri SIMEU, con una serie di simulazioni di attività che in pronto soccorso tutti i giorni si affrontano contemporaneamente - manovre rianimatorie, elettrocardiogramma, respirazione bocca a bocca su manichini - raccontano alla cittadinanza il lavoro "multitasking" quotidiano dei sanitari dell'emergenza.

Parteciperanno le associazioni volontariato, Cittadinanzattiva, gli specializzandi della Scuola di Medicina di emergenza urgenza e un gruppo di bambini con le magliette della manifestazione.

Lo scopo dell'iniziativa è avvicinare professionisti della sanità e cittadini in un momento lontano dalla tensione dell'emergenza, per creare un'alleanza per un sistema sanitario migliore.

 

ALTRI EVENTI NELLE REGIONI ITALIANE PREVISTI PER LUNEDI' 16 GIUGNO

FIRENZE

Palazzo della Regione, sala Pegaso – ore 9.00 “Il Pronto soccorso incontra la cittadinanza”

Si parlerà del ruolo del medico e di quello dell'infermiere dell'emergenza, con particolare attenzione ad “aspettative, entusiasmo e impegno dei giovani medici” e ai nuovi modelli organizzativi che la Toscana sta sperimentando in pronto soccorso, incentrati in particolare sulla figura dell'infermiere.

GENOVA

Aula Accademia Ligustica Belle Arti, largo Pertini, 4 presso piazza De Ferrari, ore 16-18.30: “Pronto soccorso luogo di accoglienza: incrocio di culture diverse”.

Incontro con la popolazione e le associazioni.

Ancora, iniziative per questa prima giornata sono state organizzate in Emilia Romagna a Reggio Emilia, in Piemonte a Cuneo e Ivrea (provincia di Torino), nelle Marche a Fermo, in Abruzzo a Chieti, in Basilicata a Lagonegro e Matera, in Campania ad Avellino,

 

GLI EVENTI DI MARTEDI' 17 GIUGNO

MILANO

Policlinico, Aula magna Clinica Mangiagalli, via della Commenda 2 “Casi clinici in scena: Una giornata in pronto soccorso” - ore 18.

Una breve pièce teatrale sulla concitazione dell'attività di pronto soccorso seguita da una tavola rotonda a cui parteciperanno medici, associazioni e cittadini, sul concetto di tempo in pronto soccorso, nella percezione delle figure coinvolte: medico, infermiere, paziente e familiari; le attese, le attività sanitarie e le aspettative dei cittadini.

Organizzano Simeu, Società italiana di emergenza urgenza e Fondazione Irccs Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlicnico, in collaborazione con Associazione Amici del Policlinico e della Mangiagalli Donatori di sangue onlus e Sagome Teatro.

NAPOLI

Ospedale Cardarelli, esterno ingresso principale: gazebo “Il pronto soccorso incontra i cittadini” - ore 10 – 18.

Gli operatori sanitari, medici e infermieri, risponderanno alle domande dei cittadini sull'organizzazione e il funzionamento dell'emergenza: che cos'è e come funziona il triage? Perché si aspetta? Come viene trattato il dolore? Come possiamo migliorare il servizio?

GENOVA

Palazzo Ducale, Sala Società di Storia Patria, piano terra “Pronto soccorso e vittime di violenza e maltrattamento” - ore 16 – 18.30.

Altre iniziative in giornata ancora in Liguria a Rapallo, e poi nelle altre regioni a Cuneo, Arezzo, Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Foligno, Matera e Lauria, e in diversi pronto soccorso della regione Puglia.

 

LEGGI il dettaglio dei programmi regionali

Sarà possibile seguire gli eventi su twitter seguendo #SettimanaPS ed essere aggiornati sul calendario degli eventi oltre che tramite il sito della società scientifica www.simeu.it, anche su facebook, collegandosi alla pagina dedicata all'evento.

 

 La Settimana nazionale del Pronto Soccorso ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute.



SETTIMANA NAZIONALE SIMEU DEL PRONTO SOCCORSO - DAL 16 AL 22 GIUGNO 2014

Medici e infermieri, istituzioni e cittadini insieme per capire meglio come funziona l'emergenza sanitaria e come farla funzionare meglio

Dibattiti e incontri in luoghi pubblici delle principali città italiane

 

Sono 24 milioni gli italiani che ogni anno si rivolgono ai pronto soccorso degli ospedali: si tratta di casi sanitari di differente gravità, dal pericolo di vita a traumi o patologie molto meno gravi. Spesso, nel 25% dei casi, presentano problemi di tipo sociale: sono i casi di abuso sessuale, anziani malati e fragili, con patologie complesse e condizioni economiche svantaggiate, tossicodipendenti, senza dimora, stranieri irregolari.

Dal 16 al 22 giugno, Simeu, Società italiana di medicina di emergenza-urgenza, organizza sul territorio delle diverse regioni italiane la Settimana nazionale del pronto soccorso: medici e infermieri Simeu, in collaborazione con le associazioni dei pazienti e le istituzioni locali, organizzeranno incontri, dimostrazioni di manovre di primo soccorso e altre occasioni di confronto con la popolazione, anche fuori dagli ospedali, in luoghi inconsueti per l’emergenza.

I TEMI

Perché si aspetta in pronto soccorso, a cosa è dovuto il sovraffollamento, come funziona l'emergenza sanitaria, quale tipo di assistenza si trova in pronto soccorso: a queste domande si cercherà di dare una risposta alla cittadinanza, spiegando dinamiche e trasformazioni in atto nel mondo dell'emergenza-urgenza.

 

I DATI DELL'EMERGENZA SANITARIA IN ITALIA

24 milioni gli accessi ogni anno in pronto soccorso; di questi circa l'84% viene dimesso dopo aver risolto il problema di salute grazie alle cure ricevute in pronto soccorso e solo poco più del 15% viene ricoverato; i codici rossi sono l'1% del totale degli accessi, i verdi il 66%, i gialli il 18% e i bianchi, i casi meno gravi, il 14%. Su tutto il territorio nazionale ci sono 844 fra dipartimenti di emergenza e accettazione, più complessi dal punto di vista organizzativo, e più semplici pronto soccorso (331 Dea e 513 Ps). Come già detto, il 25% dei casi presenta anche problematiche di tipo sociale, oltre che sanitario.

La fonte dei dati rielaborati da Simeu per la Settimana del pronto soccorso è il Ministero della Salute (Nsis-Emur - Nuovo sistema informativo sanitario per il monitoraggio dell’assistenza in emergenza-urgenza) insieme all'Istituto superiore di Sanità (Siniaca, Sicurezza in ambiente domestico). A confronto con la situazione generale nazionale ed europea grazie ai dati Istat ed Eurostat.

LO SCOPO DELLA MANIFESTAZIONE

Creare un'alleanza con la popolazione, al di là della tensione dei casi di emergenza personale in occasione dei quali ci si rivolge al pronto soccorso, per costruire insieme, professionisti sanitari e cittadini un sistema sanitario migliore.

 

Simeu, Società italiana di medicina dell'emergenza-urgenza è una associazione scientifica senza scopo di lucro. Riunisce oltre 3.000 fra medici e infermieri che operano nell’ambito delle emergenze-urgenze sanitarie. Tra gli scopi principali della società ci sono la ricerca scientifica e la formazione dei soci.

 

Sarà possibile seguire gli eventi su twitter seguendo #SettimanaPS ed essere aggiornati sul calendario degli eventi oltre che tramite il sito della società scientifica www.simeu.it, anche su facebook, collegandosi alla pagina dedicata all'evento.

La Settimana del pronto soccorso ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute.

 

In allegato a questa news il messaggio di annuncio della manifestazione del presidente nazionale Simeu, Gian Alfonso Cibinel, pubblicato su Sanità del Sole 24 Ore di martedì 10 giugno 2014. leggi l'articolo



EMERGENZA SANITARIA E FORZE DELL’ORDINE INSIEME PER FRONTEGGIARE LE MAXIEMERGENZE

Venerdì 13 giugno, Convegno “Maxiemergenze e gestione degli eventi di massa"

Sede di Elitaliana, via Salaria 2061, Roma,

 

Dall'incidente della Costa Concordia al terremoto in Abruzzo, dai funerali di Giovanni Paolo II al concerto del 1° maggio: negli ultimi anni i disastri ambientali, i sempre più frequenti grandi eventi di massa, gli imponenti flussi migratori, hanno messo in evidenza quanto il sistema delle maxi-emergenze debba essere integrato, flessibile e pronto a risposte sanitarie complesse in modo tempestivo e appropriato.

 

SIMEU, Società Italiana di Medicina di Emergenza-Urgenza, organizza a partire dal Lazio e insieme alle sezioni di Toscana, Marche, Abruzzo e Molise e Umbria, che hanno gestito negli ultimi anni maxi-emergenze ben note alla cronaca, un'occasione di confronto con tutti i principali professionisti che sono coinvolti in caso di evento avverso o di massiccio afflusso di pubblico. Oltre a medici ed infermieri dell’emergenza sanitaria, territoriale e ospedaliera, saranno presenti l’Aereonautica Militare, l’Elitaliana, la Croce rossa italiana, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, il Ministero della Salute e le associazioni di volontariato.

 

Cos'è la medicina dei disastri, come devono essere gestite le comunicazioni, come devono interagire le forze e i servizi coinvolti. Di questo ed altro ancora si parlerà durante la giornata di lavori che si concluderà, alle 17.30, con una dimostrazione pratica: l'impiego dell'elicottero nell'emergenza sanitaria con utilizzo del verricello di soccorso.

 

“L’organizzazione delle maxi-emergenze – conclude Maria Pia Ruggieri, responsabile scientifico del congresso e segretario nazionale SIMEU - non deve solo concentrarsi nella pianificazione e preparazione alla risposta agli eventi attuali, ma anche per quelle emergenti e sconosciute di domani. Dato che la frequenza, la magnitudo e le conseguenze degli eventi maggiori aumentano, il sistema dell’emergenza deve lavorare meglio, più rapidamente e in modo altamente integrato con tutti gli stakeholder coinvolti”.



TRATTAMENTO DEL DOLORE IN EMERGENZA: PUBBLICATE LE PRIME LINEE GUIDA

Il 70% degli accessi in pronto soccorso presentano dolore acuto che deve essere curato al più presto

La Società italiana di anestesia analgesia, rianimazione e terapia intensiva (SIAARTI) insieme alla Società italiana di medicina di emergenza-urgenza (SIMEU), e ad altre cinque Società scientifiche: Italian Resuscitation Council (IRC), Società italiana di anestesia rianimazione emergenza e dolore (SIARED), Società italiana sistema 118 (SIS 118), Associazione italiana per lo studio del dolore (AISD), Società italiana di chirurgia d’urgenza e del trauma (SICUT) hanno pubblicato le prime linee guida nazionali sulla gestione del dolore in emergenza.

Le linee guida, o raccomandazioni, hanno lo scopo di dare una traccia per uniformare i percorsi terapeutici in tutte le strutture di emergenza sanitaria in Italia.

Sono state rese pubbliche sulla rivista Minerva Anestesiologica.

Sul dolore dei pazienti bisogna intervenire presto e subito, fin dai primi soccorsi in ambulanza e in pronto soccorso, con procedure e farmaci adatti al singolo caso e a rapida azione. È questo il senso delle prime Raccomandazioni italiane sulla gestione del dolore in emergenza prodotte dalla collaborazione fra le più importanti società scientifiche dell'emergenza sanitaria nazionale.

Il dolore è un sintomo importante nei pazienti dell'emergenza: il 70% degli accessi in pronto soccorso sono correlati a problematiche di dolore acuto.

“Con le nuove linee guida - riferisce Gennaro Savoia, SIAARTI, direttore UOSC Terapia intensiva grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli, si completano i percorsi ospedale-territorio senza dolore auspicati dalla legge 38 del 2010 sul dolore e sulle cure palliative. Tutti gli operatori - aggiunge - devono saper distinguere tra dolore nocicettivo, neuropatico e misto e devono saper individuare i segni di allarme (bandierine rosse) di sindromi gravi da un punto di vista diagnostico, anche se il loro numero è veramente marginale (< 1/ 10000 )”.

Ma come viene trattato il paziente che arriva al pronto soccorso accusando forte dolore? “Con farmaci da banco, come il paracetamolo, nel dolore lieve e moderato e con farmaci oppioidi nel dolore severo - risponde l’anestesista napoletano - ma non mancano le tecniche non farmacologiche come il ghiaccio, tutori, protossido d' azoto, tecniche psicologiche cognitivo comportamentali e/o tecniche locoregionali di infiltrazione con anestetici locali o blocchi locoregionali ecoguidati” racconta ancora l’esperto della SIAARTI. L’utilizzo dei nuovi protocolli contribuirà anche a ridurre le attuali disparità tra sesso e razza. ”A livello internazionale e in Italia - ricordano gli studiosi - c’è una ridotta somministrazione di analgesici nelle donne e nei pazienti non italiani”.

 

CHI PUO' SOMMINISTRARE ANALGESICI E QUANDO

“Le Raccomandazioni inter-societarie – sottolinea Fabio De Iaco, coordinatore faculty in Sedazione e analgesia in urgenza di SIMEU, Responsabile del Pronto Soccorso di Imperia - rappresentano uno strumento di grande importanza per il trattamento del dolore nel Pronto Soccorso perché sottolineano come l’intero percorso del paziente in Pronto Soccorso debba essere focalizzato anche sul dolore: dalla valutazione in triage, alla somministrazione dell’analgesico più indicato, al monitoraggio successivo. Adeguarsi a questo approccio significa automaticamente migliorare la gestione del dolore.

Da un lato le raccomandazioni forniscono indicazioni scientificamente inoppugnabili, basate sulle evidenze, e dall’altro pongono l’accento sulla competenza degli operatori nella gestione di farmaci anche particolarmente potenti: la comunità scientifica riconosce che, con un’adeguata preparazione, tutti i medici specialisti dell’emergenza debbono poter utilizzare liberamente e consapevolmente i farmaci più efficaci, indipendentemente dalla specialità d'appartenenza.

Infine nelle Raccomandazioni intersocietarie sono contenuti elementi di grande modernità: dal riconoscimento della possibilità di somministrazione già al triage, da parte dell’infermiere competente, di alcuni analgesici come il paracetamolo, alla presa d’atto dell’efficacia di alcune vie alternative di somministrazione come l’endonasale, di grande utilità nella popolazione pediatrica”.

Le Raccomandazioni sono uno strumento di lavoro finalmente condiviso con altre figure professionali, che supporteranno gli operatori della Medicina d’Emergenza Urgenza che operano tutti i giorni nei Pronto Soccorso italiani.



IL TRAUMA E LA SUA GESTIONE AL CENTRO DEL CONGRESSO REGIONALE DELLA PUGLIA 2014

La rete del trauma, con tutto il suo percorso clinico dalla gestione pre-ospedaliera al dipartimento di emergenza: è questo il tema del congresso regionale di SIMEU Puglia di quest'anno che si tiene a Bari, nell'aula magna del Policlinico il 12 e 13 giugno.
I lavori si apriranno in particolare con la lettura magistrale di Tommaso Fiore, direttore del dipartimento di medicina di emergenza-urgenza del Policlinico di Bari e quella del presidente SIMEU nazionale Gian Alfonso Cibinel dal titolo "Cosa fare nel politrauma: priorità, obiettivi, evidenze”.
Nella prima giornata è previsto un workshop Infermieristico autogestito per i soli infermieri.

Il programma dettagliato nella sezione Convegni di questo sito.



SETTIMANA NAZIONALE SIMEU DEL #PS: I DATI E LO SPIRITO DELL’INIZIATIVA

Medici e infermieri, istituzioni, associazioni e cittadini insieme per capire meglio come funziona l'emergenza sanitaria e come farla funzionare meglio

Incontri e dimostrazioni pratiche in luoghi pubblici di molte città italiane

 

ROMA 18 GIUGNO 2014 - Ogni anno circa un terzo degli italiani si rivolge a un Pronto soccorso: circa 24 milioni in tutto. Sul totale i codici rossi sono l'1% del totale degli accessi, i gialli il 18%, i verdi il 66% e i bianchi, i meno gravi, il 14%. Fra tutti i casi, solo il 15% viene ricoverato: circa l'84% viene curato e dimesso senza più bisogno di ricovero, perché il personale oggi è specializzato oltre che nell’emergenza anche nella definizione dei percorsi di cura per i pazienti non critici. Perché sono molto cambiate sia la professionalità dei medici dell'emergenza che l'organizzazione sanitaria delle cure.

È la fotografia scattata da Simeu, Società italiana di medicina dell'emergenza-urgenza, che ha promosso la Settimana nazionale di Pronto soccorso per far dialogare professionisti della sanità e cittadini in una occasione diversa dal momento di crisi in cui ci si rivolge all'emergenza, per spiegare in cosa consiste oggi e come è cambiata negli anni l'attività sanitaria di pronto soccorso, perché si aspetta, cos'è il triage, quale medico e quale infermiere si trovano oggi nei reparti di emergenza-urgenza. E per ascoltare le esigenze delle associazioni e della popolazione.

Per tutta la settimana fra lunedì 16 e domenica 22 giugno, in molte città italiane sono previsti incontri, dimostrazioni in piazza, spettacoli teatrali e convegni aperti alla cittadinanza sui temi dell'emergenza, con un fitto calendario di appuntamenti, organizzati in collaborazione con le istituzioni, gli enti locali e con varie componenti del mondo del volontariato.

I casi socio-sanitari. Tutti i giorni, nei pronto soccorso italiani si presentano problemi di salute gravissimi e meno gravi, che spesso, nel 25% dei casi, sono problemi anche sociali oltre che sanitari: violenze di genere, anziani con malattie complicate dall’età, tossicodipendenti, persone senza fissa dimora, incidenti domestici, incidenti stradali, incidenti sul lavoro.

Sono ambiti che richiedono un lavoro di collaborazione stretta fra il personale sanitario, le forze dell'ordine, i servizi sociali e le associazioni di volontariato e raccontano una realtà in cui il Pronto soccorso è diventato il centro di una rete di assistenza alla popolazione non più esclusivamente sanitaria, a cui il personale dell'emergenza cerca di far fronte.

In un contesto in cui l'organizzazione sanitaria sta cambiando – afferma Gian Alfonso Cibinel, presidente nazionale Simeu - in funzione di una minore disponibilità di risorse economiche e di una una crescente richiesta di cure dalla parte della popolazione, il sistema dell'emergenza rischia di vedere esplodere i propri problemi legati al sovraffollamento, alle attese per i ricoveri e alla limitata disponibilità di personale formato e motivato, fenomeni che possono avere pesanti conseguenze: pericolo per la salute dei cittadini, deterioramento della qualità dei servizi erogati e peggioramento delle condizioni di lavoro degli operatori, che a volte diventano insostenibili. La Settimana del Pronto soccorso ha lo scopo di spiegare alla popolazione quale lavoro quotidianamente svolgono gli operatori dell'emergenza sanitaria, aprendo un canale di dialogo fra chi cura e chi viene curato, lontano dai momenti di sofferenza e di tensione, per cercare di costruire insieme un sistema sanitario migliore, in collaborazione con le istituzioni”.

Siamo lieti di avviare la collaborazione con Simeu – ha dichiarato Giulia Mannella, Area Salute e progetti del Tribunale dei diritti del malato/Cittadinanzattivaper difendere e valorizzare i servizi dei emergenza-urgenza, anche in relazione ai casi di fragilità sociale che sempre più si rivolgono ai pronto soccorso. E' necessario promuovere una rete sempre più stretta fra pronto soccorso, 118 e servizi del territorio e d'altro canto favorire l'uniformazione di procedure aziendali e regionali, a cominciare proprio da quelle relative al triage”.

Gli incidenti e le violenze. Quali casi arrivano in pronto soccorso? Una delle voci più importanti fra i motivi per cui i pazienti si rivolgono al Pronto soccorso è il trauma, in seguito a incidente o violenza.

Circa il 30% degli accessi in pronto soccorso si deve a incidenti o violenze, per un totale di oltre 7 milioni di casi ogni anno, di cui il 31% sono incidenti domestici, il 13,8% incidenti stradali, il 7% incidenti sul lavoro, il 3,8% incidenti sportivi e l'1,6% incidenti scolastici.

In queste voci si celano però problemi sociali ad altissimo impatto, come le violenze di genere, spesso denunciate come incidenti domestici, cadute o inciampi, e su cui non esiste pertanto un dato preciso di rilevazione del fenomeno. Si stima che a ogni accesso per trauma che si rivela essere un caso di violenza di genere ne corrispondano tre di violenza non dicharata. Studi in corso su iniziativa Simeu puntano proprio a far emergere il dato del sommerso nel totale degli accessi di pronto soccorso, in particolare fra quelli relativi ai traumi accidentali e agli incidenti domestici, partendo dall'evidenza che molti dei casi sospetti sono donne che si presentano al pronto soccorso in maniera ripetuta.

(dati 2011 Simeu rielaborati da fonte Nsis-Emur - Nuovo sistema informativo sanitario per il monitoraggio dell’assistenza in emergenza-urgenza del Ministero della Salute e Siniaca, Sicurezza in ambiente domestico - Istituto superiore di Sanità. A confronto con la situazione generale nazionale ed europea grazie ai dati Istat ed Eurostat).





PERCORSI DI PRONTO SOCCORSO: SIMEU LOMBARDIA A CONGRESSO IL 22 E 23 MAGGIO, PAVIA

Gioca sui giovani quest'anno il raddoppio delle giornate di lavoro per il congresso regionale della Lombardia, che si tiene giovedì 22 e venerdì 23 maggio al Policlinico San Matteo di Pavia. La prima giornata è organizzata interamente dalla sezione regionale di Simeu Giovani, in collaborazione con la Commissione Formazione e ricerca Simeu, e prevede nel pomeriggio una tavola rotonda sulla ricerca clinica intitolata: “La ricerca in medicina d'urgenza, istruzioni di volo per aquile che si credono polli”.

Seconda giornata più tradizionale che vede una prima parte incentrata su temi di carattere gestionale, dalle terapie subintensive al “lean thinking” (strategia operativa nata dal mondo automotive, e da lì applicata in settori diversi sempre con l'obiettivo di aumentare l'efficienza ed eliminare gli sprechi), alla presentazione di nuovi modelli organizzativi in pronto soccorso con la presentazione del caso del Nucleo di assistenza avanzata dell'ospedale di Foggia. Ancora da segnalare la lezione magistrale venerdì 23 maggio alle ore 9.00 di Elisa Dessy “Sopravvivere in pronto soccorso e in medicina d'urgenza: le competenze relazionali nella gestione dello stress” sulle tecniche di comunicazione in pronto soccorso e alle 16.30, sempre di venerdì, la tavola rotonda sulla gestione del dolore in pronto soccorso, con focus sulla situazione in Lombardia.

Nella giornata di giovedì 22 si svolge poi una sessione riservata all’Area Nursing, occasione di confronto tra gli infermieri di pronto soccorso di tutta Italia su argomenti di attualità e di interesse per la professione.

Corsi satelliti il 20, 21 e 24. Il programma in dettaglio è disponibile nella sezione "Convegni" di questo sito.
Presidente del Congresso è Maria Antonietta Bressan, presidente Simeu Lombardia.

 



GESTIONE DEL DOLORE IN PRONTO SOCCORSO E DELLA VIOLENZA DI GENERE: IL CONGRESSO REGIONALE DELLE MARCHE, 30 MAGGIO, ANCONA

Affronta due dei temi che saranno poi sviluppati dal congresso nazionale nel prossimo novembre il congresso regionale di Simeu Marche, che si terrà il prossimo venerdì 30 maggio ad Ancona.

La prima parte della giornata sarà dedicata alla presa in carico in emergenza del paziente con dolore acuto: la discussione offrirà l'occasione per un confronto fra esperienze regionali differenti e si concluderà con un intervento di Fabio De Iaco responsabile Sau, la faculty Simeu su Sedazione e analgesia in urgenza, che fotograferà lo stato dell'arte sull'argomento dal punto di vista della Società scientifica della medicina di emergenza-urgenza.Nel pomeriggio si parlerà invece di violenza di genere, anche qui con un confronto tra la situazione delle Marche e quella di altre regioni italiane, con approfondimenti su aspetti medico legali e psicologici.Seguirà nel tardo pomeriggio della giornata l'assemblea generale dei soci Simeu della regione.Presidente del congresso è Carlino D'angeli, presidente Simeu Marche. I dettagli del programma si trovano nella sezione “Convegni” di questo sito.



TRATTAMENTO DEL DOLORE IN EMERGENZA: PUBBLICATE LE PRIME LINEE GUIDA INTERSOCIETARIE

Dopo circa tre anni di elaborazione, sono state pubblicate sulla rivista scientifica Minerva Anestesiologica le prime Linee guida italiane sul trattamento del dolore in emergenza, testo in inglese. Il gruppo di lavoro è costituito dai rappresentanti delle società scientifiche direttamente coinvolte: Siaarti, Simeu, Sis 118, Aisd, Siared, Sicut e Irc). Per Simeu hanno partecipato direttamente ai lavori, Fabio De Iaco, responsabile dell'area formativa in Sedazione e Analgesia in Urgenza; Fernando Schiraldi, già presidente nazionale Simeu.

 

Il testo sarà presto disponibile in italiano sull' Italian Journal of Emergency Medicine di Simeu.



NUOVI DIRETTIVI REGIONALI SIMEU: PIEMONTE, VENETO, CALABRIA E LIGURIA

Rinnovamento dei Consigli Direttivi SIMEU in diverse regioni. Le nomine più recenti sono quelle del Piemonte: il nuovo Presidente è Franco Aprà, direttore della Medicina d'Urgenza dell'Ospedale Giovanni Bosco di Torino, segretario Aldo Tua; Elena Elisabetta Mana è invece la coordinatrice Area Nursing e Alessandro Sona il rappresentante Giovani.

Nuovi vertici SIMEU anche per Veneto-Trento-Bolzano: qui è diventato Presidente Maurizio Chiesa, Vice Presidenti Giorgio Folgheraiter e Francesco Corà, Segretario Giuseppe Piasentin e Gabriella Buffolo coordinatrice area Nursing.

In Calabria è diventata Presidente Regionale Marianna Rodolico, dell'Ospedale Jazzolino di Vibo Valentia, affiancata da Antonino Mazzuca e Bruno Minniti, rispettivamente Segretario e Responsabile Area Nursing.

Già stabilizzati direttivo e CDR della Liguria, dove come presidente è stato confermato Paolo Moscatelli.

Tutti i nuovi Direttivi e Consiglieri sono in via di pubblicazione su questo sito nella sezione Regioni.




Italian Journal of Emergency Medicine


 

Organo ufficiale della Società, vuole essere lo strumento di diffusione non solo della cultura dell’emergenza/ urgenza ma anche il manifesto organizzativo delle nostre Strutture e dei nostri Dipartimenti per far germogliare sempre di più lo spirito dell’appartenenza alla nostra specialità. Gli utenti registrati possono accedere a tutti i numeri usciti.
Responsabili: Cinzia Barletta (editoriale), Paolo Groff (scientifico)


La consultazione di questa sezione è riservata agli utenti registrati al sito SIMEU.
Se non lo hai ancora fatto, Registrati adesso
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno I, numero 1 - Luglio 2012
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno I, numero 2 - Settembre 2012
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno I, numero 3 - Novembre 2012
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 1 - Gennaio 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 2 - Marzo 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 3 - Maggio 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 4 - Luglio 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 5 - Settembre 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno ll, numero 6 - Novembre 2013
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno III, numero 1 - Gennaio 2014
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno III, numero 2 - Marzo 2014
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno III, numero 3 - Maggio 2014
 
ITALIAN JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE
Anno III, numero 4 - Luglio 2014
 

altre risorse


Linee guida

Casi clinici

Normative

Accreditamento

Risorse web

convegni



Congressi, convegni, seminari, organizzati dalla SIMEU nazionale e dalle sezioni regionali o da altre società e agenzie per scambiare e confrontare periodicamente informazioni ed esperienze su nuovi farmaci, nuove tecniche operatorie e altre tematiche inerenti.
 


SIMEU SCENDE IN PIAZZA: E' URGENTE FARE SQUADRA

Una settimana di incontri e di confronti fra sanitari, istituzioni e pazienti

 

Ogni anno circa 24 milioni di italiani vengono curati nei Pronto Soccorso nazionali.

Tutti i giorni, arrivano casi gravissimi e meno gravi, incidenti stradali, incidenti sul lavoro, casi di violenza domestica, anziani con malattie complicate dall’età, tossicodipendenti, persone senza fissa dimora. Spesso si tratta di casi sociali, oltre che sanitari.

L’attività sanitaria del Pronto Soccorso è diventata negli anni sempre più complessa e articolata: ormai molti pazienti trovano risposta al loro problema già nei reparti d’urgenza, dove vengono curati e dimessi senza più bisogno di ricovero, perché il personale oggi è specializzato per l’emergenza.

Dal 16 al 22 giugno si terrà la Settimana Nazionale del Pronto Soccorso: sul territorio delle diverse regioni italiane Medici e Infermieri SIMEU organizzeranno incontri, dimostrazioni di manovre di primo soccorso e altre occasioni di confronto con la cittadinanza, fuori dagli ospedali, in luoghi inconsueti per l’emergenza.

La Società Italiana di Medicina di Emergenza-Urgenza vuole promuovere in questo modo un forte patto di alleanza fra gli specialisti del Pronto Soccorso e tutta la popolazione per fare squadra insieme, migliorare la qualità del servizio e aprire un nuovo canale di dialogo fra chi cura e chi viene curato, ascoltando le esigenze dei cittadini e spiegando dinamiche e problemi dell’attività di emergenza sanitaria al di là della tensione dei casi di cronaca e dei momenti di difficoltà personale in cui ci si rivolge alle strutture di urgenza sanitaria.

Tutti gli eventi in calendario avranno visibilità all'interno di questa porzione del sito.

Il blog SIMEU darà spazio all’approfondimento della discussione sui temi della manifestazione, aperta a istituzioni e cittadini.

 

Silvia Alparone

ufficio.stampa@simeu.it

 

     

 

 con il Patrocinio del Ministero della Salute

 

 

 

CALENDARIO E DESCRIZIONE DEGLI EVENTI

Abruzzo MoliseBasilicataCalabriaCampaniaEmilia RomagnaLazioLiguriaLombardiaLombardia: "Medicina in Teatro" 17 GiugnoLombardia: flyer "Medicina in Teatro" 17 GiugnoLombardia: flyer Open Day 21 GiugnoMarchePiemonte - Val d'AostaPugliaSardegnaSiciliaToscanaUmbriaVeneto

 

RASSEGNA STAMPA

ANSA - Salute e Benessere, 11 Giugno

ADNKRONOS - Salute, 11 Giugno

Repubblica.it - Salute, 11 Giugno

Il Sole 24 Ore - Sanità

QuotidianoSanità.it, 11 Giugno

SienaFree.it - Salute e Benessere, 13 Giugno

La Sentinella del Canavese, 12 Giugno

Irpinia News, 13 Giugno

Bologna 2000, 14 Giugno

Lettera 43, 13 Giugno

Liguria: intervista al Dr Paolo Moscatelli

la Repubblica - Liguria

Il Secolo XIX - Liguria

Gazzetta - Liguria

benessere.guidone.it

ADNKRONOS - Salute, 16 Giugno

Telestense

Estense

Chieti Today

City Rumors Chieti

Foggia Today

Modena2000

La Gazzetta del Mezzogiorno

Campania: intervista al Dr Mario Guarino

La Provincia Pavese

Ospedale Niguarda

Saluter Emilia Romagna

Sassari Notizie

GoNews

Eco delle Valli

Valdelsa.net

ilPiacenza.it

PiacenzaSera.it

ASL Oristano

Nova TV Oristano

Focus.it

Corriere Nazionale

La Sentinella

Sassari Notizie

Sassuolo 2000

Teleradioerre

Ecoseven

Arezzoweb

Modena 2000

Padovanews

Ravenna Today

LiraTV    prima parte    seconda parte

Liguria News

Doctor33

Focus.it

Il Cittadino Online

Volontariamo

Panorama.it

RAI Liguria (min 17 circa)

RAI Toscana

Il Secolo XIX

Genova24.it

Piacenza Sera

Nuovo Diario

It.Notizie

Newz.it

Roma Report

Rtv San Marino

News Rimini

Bologna 2000

Piacenza24.it

Lifestyle

RAI Basilicata (min 10,45 circa)

Il Sole 24 Ore - Sanità

Quotidiano Sanità

Prima Pagina News

Agenparl

Info Roma Nord

Il Secolo XIX

Libero.it

La Repubblica - Liguria

Il Secolo XIX

Corriere Mercantile

Il Gazzettino - Padova

Regione Veneto - conferenza stampa

Quotidiano Sanità

 

 



scarica il calendario    2013    2014

 





Qui di seguito il link al minisito del Convegno

http://www.fullday.com/simeu-meg-2014/item/home-simeu-elitaliana











CONGRESSO SIMEU MARCHE 2014

.. SUL FILO DEL DOLORE ..

VENERDI 30 MAGGIO 2014

AULA TOTTI OSPEDALE TORRETTE ANCONA 

 

FLYER                       POSTER

 

PRESIDENTE DEL CONGRESSO: DOTT. CARLINO D'ANGELI (PRESIDENTE SIMEU MARCHE)

 

 

ORE 8,00- 8,30:  REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

ORE 8,30-9,00: SALUTI AUTORITA'                         

                         

PRIMA SESSIONE

LA PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE CON DOLORE ACUTO IN PRONTO SOCCORSO

MODERATORI: PAOLO GROFF, STEFANO LOFFREDA, MASSIMO LORIA

9,00-9,20      INTRODUZIONE  GIAN ALFONSO CIBINEL - PRESIDENTE NAZIONALE SIMEU

9,20-10,30    ESPERIENZE REGIONALI                      

                      1-  L'ESPERIENZA DI ANCONA  (CRISTIANO CALO')

                      2-  L'ESPERIENZA DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO (ROMINA LAVALLE)

                      3- L'ESPERIENZA DI ASCOLI PICENO

ALTERNATIVA  AL DOLORE ACUTO IN PRONTO SOCCORSO: APPROCCIO

OSTEOPATICO ALLA CEFALE/EMICRANIA (GIAN FILIPPO RENZI- RITA CRISTIANA FERRANTI)

                      4- L'ESPERIENZA DI FANO  (CLAUDIO MOLAIONI)

                      5- L'ESPERIENZA DI SAN BENEDETTO (FILIPPO TOMMASO FELIZIANI)

10,30-11,15   LO STATO DELL'ARTE, LA CENTRALITA'  DEL MEDICO DI PS

                      Fabio DE IACO

 

11,15-11,30   PAUSA CAFFE'  

 

SECONDA SESSIONE

IL DOLORE DEL SOCCORRITORE

MODERATORI: GILBERTO BRUCIAFERRI, ANTONIO DOTTORI, GIANFRANCO MARACCHINI

11,30-12,10         IL DOLORE IN UNA SITUAZIONE DI CATASTROFE: IL TIFONE HAIYAN

                            MARIO CAROLI

12,10-12,45         SUL DOLORE DEI CURANTI 

                            GIORGIA CANNIZZARO

12,45-13,00         DISCUSSIONE

 

13,00-14,00:       LIGHT  LUNCH (INCONTRO DIRETTIVO SIMEU MARCHE)

 

TERZA SESSIONE

IL DOLORE: LA VIOLENZA DI GENERE IN PS

MODERATORI: FILIPPO MEZZOLANI, ELIO PALEGO, GIORGIO TURRI

14,00-14,30:       EPIDEMIOLOGIA, L'IMPORTANZA DELLA RETE,

                            PROGETTO COOPERAZIONE, PERCHE' COINVOLTI I PS?

                            SIMONA CARDINALETTI

14,30-15,15:        RICONOSCERE IL MALTRATTAMENTO

                            PATRIZIO SCHINCO  

15,15-15,45         ASPETTI MEDICO LEGALI

                            DOTT.SSA  LOREDANA  BUSCEMI 

15,45-16,30:        TAVOLA ROTONDA: LE DIFFICOLTA'  NELLA  GESTIONE DELLA DONNA      

                            VITTIMA DI VIOLENZA

                            PARLANO GLI OPERATORI DEI PS DELLE MARCHE (INFERMIERI E MEDICI) 

                            ANASTASIA ROSSI, SUSANNA CONTUCCI, LILIANA TALAMONTI

16,30-17,15         DISCUSSIONE

 

TEST VERIFICA ECM E CHIUSURA CONGRESSO 

 

17,30                    ASSEMBLEA  ANNUALE  SOCI  SIMEU MARCHE     



Programma ITINERARI DI PS                           Scheda di iscrizione

Programma TRIAGE                                           Scheda di iscrizione

Programma ONE DAY WORKSHOP                Scheda di iscrizione

ATTI DEL CONGRESSO



















programma

ISCRIZIONI:

- Accedere alla propria AREA RISERVATA (per coloro che non sono Soci o registrati al sito è necessaria la registrazione)

- Dalla banda nera in alto scegliere "CORSI" e "Consulta il calendario CORSI".

- Scorrere l'ordine cronologico fino alla data dell'evento e scegliere "ISCRIVITI"





URGENZA ED EMERGENZA TRA COMPLESSITÁ ED ORGANIZZAZIONE

venerdì 18 ottobre 2013 - hotel terme di agnano - napoli

locandina                               brochure



Simposio ‘La terapia subintensiva nella Medicina d’Urgenza’

II Workshop Intersocietario SIMEU-SIS 118 Lazio

Roma: 8 e 9 Novembre 2013

VISITA IL LINK DEL CONGRESSO

ATTI DEL CONGRESSO











programma        

locandina         

scheda di iscrizione



TODI (PG), Venerdì 28 giugno 2013

Presidente del Congresso Dr. Massimo Loria

locandina                            brochure





Il Pronto Soccorso ed il ricovero appropriato

Aula Magna "Nuovo Ospedale S. Anna" - Cona, Ferrara

I lavori dei relatori sono disponibili all'interno dell'area dedicata ATTI CONVEGNI

programma



brochure                                   scheda di iscrizione





primo annuncio                               

maggiori informazioni: www.congresso.triagegft.it

 





XIX Corso in Tecniche e Procedure nel Malato Critico

Napoli 31 gennaio / 2 febbraio 2013

Città della Scienza - Napoli

programma

scheda di prenotazione alberghiera

 



 

CONVEGNO INTERNAZIONALE

 

RISCHIO CLINICO E SICUREZZA DEL PAZIENTE NEL PERCORSO DAL TERRITORIO AL PRONTO SOCCORSO: IL RUOLO DELLA CENTRALE OPERATIVA 118

 

5 dicembre 2012

Auditorium Palazzo della Gran Guardia

Piazza Bra, 1 - Verona

 

http://rischioclinico.118verona.it

 

 

Programma ed informazioni

rischioclinico.118verona.it

Iscrizioni gratuite fino ad

esaurimento posti per tutto

il personale del soccorso

territoriale.

Sono stati riconosciuti 6 crediti

ECM per tutte le professioni

sanitarie.

Segreteria organizzativa

Tel. 0575/408673

Fax 0575/20394 - 0575/352299

info@gutenbergonline.it

Relatori

Amalberti René - Francia

Bigham Blair Llewellyn - Canada

Bovo Chiara - Italia

Bressan Maria Antonietta - Italia

Cafini Daniele - Italia

Di Domenica Giuseppe - Italia

Favetti Stefania - Italia

Federico Frank - USA

Saia Mario - Italia

Ghirardini Alessandro - Italia

Guzzo Anna Santa - Italia

Douglas Kupas - USA

Martina Claudio - Italia

Pascu Diana - Italia

Patterson Daniel - USA

Picoco Cosimo - Italia

Rosi Paolo - Italia

Schönsberg Alberto - Italia

Moderatori

Alagna Bernardo - Italia

Castellano Giuseppe - Italia

De Santis Antonio - Italia

Dan Maurizio - Italia

Menon Claudio - Italia

Polati Enrico - Italia

Pugliese Pietro - Italia

Romano Gabriele - Italia

Sesana Giovanni - Italia

Tardivo Stefano - Italia

Zoli Alberto - Italia

 



Asti, 5 Dicembre 2012 –TEMI DI PRONTO SOCCORSO: Fibrillazione atriale, scoagulazione e dispnea

 

DAL 14 NOVEMBRE 2012 LE SCHEDE RICEVUTE VERRANNO INSERITE NELLA LISTA D'ATTESA. LA CONFERMA DELL'ISCRIZIONE VERRA' COMUNICATA DALLA SEGRETERIA ENTRO UNA SETTIMANA DALL'EVENTO. 


A Lagundo / Merano i prossimi 30 novembre e 1 dicembre presso la Casa della Cultura avrà luogo il Congresso della Società Italiana di Medicina d’Emergenza-Urgenza:

“LE COMPETENZE E LA RESPONSABILITA’ in EMERGENZA-URGENZA”.

Abbiamo il piacere di confermare con questa mail l’iscrizione scontata fino al 15 novembre, basterà allegarla alla scheda d’iscrizione .

Abbiamo la possibilità di prenotare il soggiorno in alberghi vicini alla sede congressuale da € 50,00 (B&B) per camera singola.

In allegato trasmettiamo il programma pre-definitivo dell’evento formativo.

GUARDATE SONO ARRIVATI I CREDITI ECM PER I MEDICI E GLI INFERMIERI

 

30 novembre (16-20) – 1 dicembre 2012 (9-16.30)

CONGRESSO  SIMEU  6 CREDITI FORMATIVI ECM (200 posti)

 

30 novembre (09-16)

Corso n. 1 LA VENTILAZIONE NON INVASIVA – INDICAZIONI E TECNICHE  - 7 CREDITI ECM – (30 posti)

Corso n. 2 SEDO ANALGESIA SUL TERRITORIO E IN PRONTO SOCCORSO – 7 CREDITI ECM – (50 Posti)

Corso n. 3 WORKSHOP IN ECOGRAFIA CLIICA INTEGRATA EMERGENZA – URGENZA – 6 CREDITI ECM (30 posti)

Corso n. 4 LA FERITA E LA SUTURA IN PRONTO SOCCORSO – 8 CREDITI ECM (30 posti)

Corso n. 5 – IL TRAUMA – 5 CREDITI ECM (20 posti)

 

 

 



Dear Friends and Colleagues
On behalf of the European Society for Emergency Medicine (EuSEM), the European Federation of National Societies of Emergency Medicine and the Emergency Physicians Association of Turkey (EPAT), we are delighted to announce that the EuSEM 2012 Congress will take place in beautiful Antalya, Turkey, from 3-6 October 2012.

Emergency Medicine has been growing significantly in Europe and is now established as a primary specialty in 15 countries. The specialty has a strong foundation in Turkey where it has been established for more than 10 years. During 2011, EuSEM has played an active role in the recent creation of a Section of Emergency Medicine within the Union of European Medical Specialists (UEMS). This will enable the specialty to have more autonomy in the development of Emergency Medicine as a primary specialty in all European countries.

The EuSEM 2012 Congress targets all Emergency Medicine professionals and includes those engaged in pre-hospital, in-hospital or inter-hospital emergency medicine care and disaster medicine planning as well as those undertaking Emergency Medicine training and research. We promise you an exciting scientific programme covering all the major topics in Emergency Medicine. The scientific content of the EuSEM 2012 Congress will be comprehensive and up-to-date and provide a forum for discussion with leaders in the specialty. The EuSEM 2012 Congress will offer a wonderful opportunity for academic, professional and scientific exchange and networking. A faculty of world-class speakers, researchers and teachers from Europe and beyond will give high quality lectures and will facilitate interactive discussions between speakers and audiences. Their contributions and your presence will make the congress a great success.

Last but not least, we will be gathering in one of the most beautiful regions of Turkey. Antalya is the gateway to the Turkish Riviera. Local culture and cuisine and the historical sites of a city founded more than two thousand years ago will be at our doorstep. And the weather promises to be excellent.

We are looking forward to welcoming you to the meeting point of civilizations and promise you an unforgettable and stimulating congress.
With best wishes
 

bellou
Abdelouahab Bellou
EuSEM President
cander
Baþar Cander
EPAT President
 

 





 

 



XI Congresso Regionale SIMEU - IL POLITRAUMA

Cagliari, 13/15 Dicembre 2012


formazione



La cultura e l'esperienza organizzativa al servizio della formazione medico-scientifica. La SIMEU, provider nazionale ECM, certificata dal 22/12/2004 secondo la Norma UNI EN ISO 9001:2008 per le attività di "Progettazione ed erogazione di attività ed eventi formativi" eroga servizi di formazione nall'ambito della Medicina d'Emergenza-Urgenza, del Management delle Maxiemergenze e delle Catastrofi, nonchè strutture ospedaliere e territoriali dell'Emergenza. Visualizza il modello organizzativo e le modalità di erogazione dei servizi di formazione SIMEU.
 



I corsi gestiti direttamente dalla SIMEU sono tenuti da qualificati e selezionati docenti. Si svolgono in sedi distaccate su tutto il territorio nazionale, nelle più evolute strutture ospedaliere e nelle migliori università italiane.

Per questi corsi la SIMEU cura direttamente anche l'accreditamento ECM.



SIMEU, sulla base di un accordo internazionale firmato nel 1999 con AHA, è diventato il primo ITC (International Training Center) in Italia, divulgatore e sostenitore dei programmi di formazione ACLS e BLS con uso dell’AED su tutto il territorio nazionale. SIMEU certifica l'eccellenza dei contenuti, degli istruttori e della rete organizzativa di questi corsi, tenuti in varie sedi su tutto il territorio nazionale, da esperti e qualificati istruttori selezionati da SIMEU e AHA. I corsi in programma nel corrente anno sono:

  • BLS Provider (per sanitari) - Gestire il soccorso in caso di arresto cardiaco con il supporto di un AED.
  • BLS Provider Retraining - Gestire il soccorso in caso di arresto cardiaco con il supporto di un AED (riaccreditamento).
  • BLS Istruttore - Corso di formazione per aspiranti istruttori BLS Provider.
  • Heartsaver® AED (per soccorritori non professionisti) - Gestire il soccorso in caso di arresto cardiaco con il supporto di un AED.
  • ACLS Provider - Gestione avanzata dell'emergenza cardiaca.
  • ACLS Provider Retraining - Gestione avanzata dell'emergenza cardiaca (riaccreditamento).
  • ACLS Istruttore - Corso di formazione per aspiranti istruttori ACLS Provider.
  • ACLS for Experienced Provider - Corso di approfondimento per provider ACLS.
  • PALS Provider - Gestione avanzata dell'emergenza cardiaca pediatrica.
  • PALS Istruttore- Corso di formazione per aspiranti istruttori PALS Provider
ACLS informazioni pratiche progr. provider progr. ep progr. retraining scheda ep scheda scheda istruttori scheda retraining
BLS informazioni pratiche programma scheda scheda istruttori        
Heartsaver AED informazioni pratiche programma scheda          
PALS informazioni pratiche programma scheda          

Corsi erogati dalla rete formativa SIMEU attraverso Scuole Certificate
  • Corso Avanzato di Ecografia clinica in emergenza-urgenza (Medici)
  • Corso monotematico Ecografia toraco-polmonare (Medici)
  • Corso monotematico Ecografia in emergenza nell’arresto e nel periarresto  (Medici)
  • Corso monotematico Ecografia per gli accessi vascolari (Medici)
  • Corso Ecografia applicata (Infermieri)

La programmazione e la segreteria organizzativa di questi corsi è gestita dalle singole scuole. I servizi patrocinati sono quelli relativi alle aree:



lavoro


Chiunque sia interessato a pubblicare offerte o richieste di lavoro può inoltrare alla Segreteria Nazionale SIMEU la propria domanda/offerta completa dei seguenti riferimenti: Regione, Provincia e Comune, Ospedale e struttura di riferimento, tipologia di offerta, eventuale bando di concorso, recapiti postali, telefonici e indirizzo e-mail.
 

Questo spazio del sito è dedicato all'incontro fra domanda e offerta di Lavoro con l'obiettivo di migliorare e favorire il completamento degli organici in Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza, attraverso l'inserimento di nuovo personale qualificato e motivato.






regioni




Gli organigrammi, le attività e i comunicati delle sezioni regionali SIMEU.
I link ai siti delle sezioni regionali.

Associati a Simeu, tanti vantaggi in più
con l'accesso alle aree riservate

 

Direttivo Regionale Abruzzo - Molise del 2011


Presidente
DI FELICE MARIA ANTONIETTA
mariadifelco@gmail.com
Segretario
CERRITELLI SERGIO
cerrus@tin.it
Consigliere
FERRANTE GIULIO
giulio_ferrante@fastwebnet.it
VALENTI LUIGI
luigixvalenti@alice.it
DI GIANGIACOMO FLAVIA
flaviadg@alice.it
CARDILLI FRANCO
fcardilli@asl.avezzano.it
Past-President
CAPORRELLA ANTONIO
antoniocaporrella@alice.it
Coordinatore regionale Area Nursing
VERNA GIANFRANCO
verna62@INTERFREE.IT
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
DI ZIO ISABELLA
isabella.dizio@katamail.com
 

Direttivo Regionale Basilicata del 2013


Presidente
MARAGNO MARGHERITA GIULIANA
marghret@alice.it
Segretario
DI PEDE IMMACOLATA
vito11071991@gmail.com
Consigliere
GAUDINO GABRIELLA
gabriellagaudino@tiscali.it
LAROCCA MICHELE
laroccamic@libero.it
LISANTI FRANCESCO
lisantifrancesco@libero.it
MACI GIUSEPPINA
giusymaci@tiscali.it
SINISGALLI NICOLA
lucia.ambrosio70@gmail.com
SACCO MARIA LUCIA
m.luciasacco@gmail.com
CIOLA PASQUALE
pasqualeciola6@gmail.com
Coordinatore regionale Area Nursing
CONTINI ANGELA TERESA
angelcontini@libero.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
GENOVESE ANTONIO
genov78@gmail.com
 

Direttivo Regionale Calabria del 2014


Presidente
RODOLICO MARIANNA
medurgsimeu@libero.it
Segretario
MAZZUCA ANTONINO
nimazz@alice.it
Consigliere
ASARO SALVATORE
salvasaro@alice.it
ASTA CLAUDIO
claudioasta@libero.it
CAVALLARI MATILDE
maticava@libero.it
COSTANZO GIANCARLO
costanzog@tin.it
FERRARA GIORGIO
ferraragiorgio@libero.it
GALLELLI GIUSEPPE
giuseppegallelli@hotmail.it
MUNGARI PASQUALE
lino.mungari@libero.it
ZAMPOGNA GIUSEPPE
g.zampogna@alice.it
Past-President
NATALE VINCENZO
vincenzonatale@virgilio.it
Soci eletti negli Organi Direttivi Nazionali
ORLANDO SETTEMBRINI LUCIA
orlando.lucia@alice.it
Coordinatore regionale Area Nursing
MINNITI BRUNO
bminniti@libero.it
 

Direttivo Regionale Campania del 2014


Presidente
GOLIA DARIO
dargol53@gmail.com
Segretario
DI CICCO PIETRO
diciccopietro@tin.it
Consigliere
ANGELINI VALENTINA
vangelin@unina.it

BEATRICE MICHELE
michele.beatriceoipn@alice.it
BENEDUCE CELESTINO
celeste.beneduce@gmail.com
CURCIO IVAN
ivandoc1972@gmail.com


HELZEL VITTORIO
vihelzel@tin.it
MAJA LUCIANO
majaluciano@gmail.com

RUGGIERO ENRICO GIUSEPPE
eg.ruggiero@tin.it

SERRETIELLO CLORINDA
closer@libero.it
TISCIONE VITAGLIANO
vitaliano.tiscione@gmail.com
Past-President
DE FEO VITTORIO
vittorio.defeo@virgilio.it
Soci eletti negli Organi Direttivi Nazionali
GUARINO MARIO
marioguarino@inwind.it
Coordinatore regionale Area Nursing
DEL PRETE ANTONIO
dpant@libero.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
LANGELLA VALERIO
valelang@libero.it
 

Direttivo Regionale Emilia Romagna del 2014


Presidente
MAGNACAVALLO ANDREA
a.magnacavallo@ausl.pc.it
Segretario
PESCI CHIARA
cpesci@auslrn.net
Consigliere
FRANCESCONI RAFFAELLA Vice Presidente
r.francesconi@ausl.ra.it
BAROZZI MARCO
ma.barozzi@tiscali.it
BRAGLIA DUILIO
duilio.braglia@ausl.re.it
FABBRI ANDREA
dr.andrea.fabbri@gmail.com
FALLANI MAURO
maurofallani@yahoo.it
FERRARI RODOLFO
dr.rofer@gmail.it
GRIMALDI ROBERTA
roberta_grimaldi@libero.it
GUIZZARDI GIORDANO
giordano.guizzardi@ausl.bologna.it
IERVESE TIZIANA
t.iervese@virgilio.it
MELANDRI ROBERTO
r.melandri@ospfe.it
MITARITONNO MICHELE
mitarim@hotmail.com
PINELLI GIOVANNI
g.pinelli@ausl.mo.it
RASTELLI GIANNI
giannirastelli33@gmail.com
RAVAGLIA MARIO
m.ravaglia@ausl.ra.it
TRABUCCO LAURA
trabucco.laura@asmn.re.it
Past-President
FERRARI ANNA MARIA
ferrari.annamaria@asmn.re.it
Coordinatore regionale Area Nursing
GELATI LUCA
lucagelati@iol.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
RONCHI NICOLA
nicola.ronchi@alice.it
 

Direttivo Regionale Friuli Venezia Giulia del 2012


Presidente
CALCI MARIO
mecalci@libero.it
Segretario
NASCIMBEN FABIANA
f_nascimben@hotmail.com
Consigliere
PARLAMENTO STEFANO
palamuto@gmail.com
SPALLINO ILENIA
yoganda@libero.it
COMINOTTO FRANCO
cominottofranco@libero.it
PAOLILLO CIRO
ciropaolillo@gmail.com
VRAN FRANCO
vrafra@libero.it
FIORETTI MASSIMO
massimofioretti1@gmail.com
BARILLARI ALFREDO
alfredo.barillari@ass2.sanita.fvg.it
ROSEANO RICCARDO
riccardoroseano@yahoo.it
PORTALE GRAZIA
graziaportale@tiscali.it
Coordinatore regionale Area Nursing
CIGUI GIACOMO
cigui.giacomo@libero.it
 

Direttivo Regionale Lazio del 2012


Presidente
PUGLIESE FRANCESCO ROCCO
francesco.pugliese@aslromab.it
Segretario
MIRANTE ENRICO
emirante@libero.it
Consigliere
DI MATTEO ROSARIA
rosariadimatteo@libero.it
DE MARCO FRANCESCA
fra.dem@tiscali.it
VALERIANO VALENTINA
valevaleriano74@gmail.com
REVELLO ALESSANDRA
alerev@bftconsulting.biz
MASTROPASQUA MARIA
mmastropasqua@yahoo.com
BONFINI RITA
rita.bonfini@gmail.com
DE SANTIS ANTONIO
dsnntn@libero.it
SCHITO MARIA BARBARA
barbara.schito@gmail.com
PAGLIEI MARIO
mariopagliei@virgilio.it
CIPOLLONE LORENA
lory.cip6@gmail.com
RICCIUTO GIULIO MARIA
g.ricciuto@tin.it
TESTA AMERICO
americotesta@gmail.com
DE ANGELIS LIVIO
ldeangelis@ares118.it
SIGHIERI CINZIA
csighieri@libero.it
DAL PIAZ RITA
r.dal.piaz@alice.it
Past-President
RUGGIERI MARIA PIA
mpiaruggieri@gmail.com
Coordinatore regionale Area Nursing
COCOROCCHIO ANTONELLA
antonella.cocorocchio@yahoo.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
SPINA MARIA TERESA
mariateresa.spina@uniroma1.it
 

Direttivo Regionale Liguria del 2014


Presidente
MOSCATELLI PAOLO
moscatellievandro@virgilio.it
Segretario
FERA GIUSEPPINA
giusyfera61@gmail.com
Consigliere
BASTRERI ANDREA Vice Presidente
andreabastreri@libero.it
MANCINI MARINA Tesoriere
dott.marina.mancini@gmail.com
DE IACO FABIO Coordinatore Area Formazione
fabio.deiaco@tin.it
ABREGAL GIANCARLO
abregal@libero.it
ALTOMONTE FIORELLA
fiorella.altomonte@gmail.com
BELCASTRO EDOARDO
edoardo@belcastro.com
D'ADAMO FRANCESCOPAOLO
paolo4329@libero.it
FERLITO STEFANO
stefanoferlito@gmail.com
FRUMENTO FLAVIO
flavio.frumento@libero.it
GIGLIO TIZIANA
tiziana_giglio@libero.it
LERZA ROBERTO
lerza-r@libero.it
PALUMBO MANUELA
manupalu64@gmail.com
PIERLUIGI DANIELA
daniela.pierluigi@fastwebnet.it
SCHENONE FRANCESCO
docfranzsch@libero.it
Soci eletti negli Organi Direttivi Nazionali
CREMONESI PAOLO
paolo.cremonesi@galliera.it
Coordinatore regionale Area Nursing
DELLEPIANE ANDREA
grifo1970@live.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
CUTULI OMBRETTA
ombretta84@gmail.com
 

Direttivo Regionale Lombardia del 2012


Presidente
BRESSAN MARIA ANTONIETTA
m.bressan@smatteo.pv.it
Segretario
ARICI CLAUDIO
c.arici@tiscali.it
Consigliere
PERLASCA FRANCESCO vice presidente
f.perlasca@tin.it
LONATI DAVIDE
davide.lonati@fsm.it
VOZA ANTONIO
antonio.voza@humanitas.it
BRAMBILLA ANNA MARIA
brambi.brambi@gmail.com
PAGLIA STEFANO
fam.stecricam@libero.it
PORRO FERNANDO
fporro@policlinico.mi.it
FURINI ANGELA
angela.furini@aopoma.it
CONCOREGGI CARLO
carlo.concoreggi@gmail.com
CAMISA DANIELE
camisad@yahoo.com
SAVIO MARIA CRISTINA
mariacristina.savio@aod.it
MARINO PIETRO
pietro.marino@fbf.milano.it
Coordinatore regionale Area Nursing
COSI MATTEO
matteo.cosi@gmail.com
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
GERACI FRANCESCO
francescosimeu@gmail.com
 

Direttivo Regionale Marche del 2013


Presidente
D\'ANGELI CARLINO
carlinod2002@libero.it
Segretario
GROFF PAOLO
paolo.groff@sanita.marche.it
Consigliere
CAROLI MARIO
caroli.mario@tiscali.it
BIZZARRI MANUELA
danybizz2002@libero.it
MARACCHINI GIANFRANCO
gianfrancomaracchini@tin.it
DOTTORI ANTONIO
antonio.dottori@libero.it
CURTO PIERINA MARIA RITA
curtorita@msn.com
CONTUCCI SUSANNA
susanna.contucci@email.it
LORIA MASSIMO
massimo.loria@sanita.marche.it
RENZI GIANFILIPPO
gianfilippo.renzi@sanita.marche.it
Coordinatore regionale Area Nursing
CALO' LUIGI CRISTIANO
INF.CALO@HOTMAIL.IT
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
MARCOSIGNORI MATTEO
matteo.marcosignori@gmail.com
 

Direttivo Regionale Piemonte - Val d'Aosta del 2014


Presidente
APRÀ FRANCO
franco.apra@aslto2.piemonte.it
Segretario
TUA ALDO
aldo.tua@fastwebnet.it
Consigliere
CHIAPPANO ANGELO
angelochiappano@virgilio.it
CIVITA MARINA Responsabile Formazione
marina.civita@libero.it
COTTAFAVI MARCELLO
marcello_cottafavi@fastwebnet.it
D'ANNA CAROLINA
caroladanna@yahoo.it
D'ERRICO NICOLA
derricon@libero.it
DE SALVE ALESSANDRO VINCENZO
desalve@libero.it
LORENZATI BARTOLOMEO
lorebato@gmail.com
LUPIA ENRICO
enrico.lupia@unito.it
NERICI LUIGI
lunerici@alice.it
PAGANI DANIELA
paganida@tin.it
PANERO FRANCESCO
francesco.panero@gmail.com
PETRINO ROBERTA
ropetrino@gmail.com
RECUPERO ROBERTO Vice Presidente
robertorecupero@libero.it
RUNZO CRISTINA
cristina.runzo@gmail.com
Past-President
MORELLO MARINA
marina.morello@libero.it
Coordinatore regionale Area Nursing
MANA ELENA ELISABETTA
elenamana@alice.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
SONA ALESSANDRO
ale.sona@gmail.com
 

Direttivo Regionale Puglia del 2013


Presidente
STEA FRANCESCO
fstea@yahoo.it
Segretario
DIPAOLA GIUSEPPE
giudipa@hotmail.com
Consigliere
MARINOTTI GIUSEPPE
gmarinotti@libero.it
LOGRIECO STEFANO
stefanolo@hotmail.com
SAVINO DAVIDE
doc.viking@libero.it
TRAVERSA ANDREA
andrea.traversa@tin.it
ACQUISTA CARMINE ALESSANDRO
brianbuy2@yahoo.it
Past-President
CAPORALETTI PAOLA
capopaola@virgilio.it
Soci eletti negli Organi Direttivi Nazionali
PROCACCI VITO
v.procacci@virgilio.it
Coordinatore regionale Area Nursing
MASOTTI ROSARIA
roxymasotti@alice.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
MAROCCIA ALESSIO
alessio.maroccia@gmail.com
 

Direttivo Regionale Sardegna del 2013


Presidente
MANCA SALVATORE
salvat.man@tiscali.it
Segretario
LANTINI ROBERTA
roberta.lantini@tiscali.it
Consigliere
ARRU ALBERTO
albarru@tin.it
BALDUSSI MARIA ANNUNZIATA
tina_baldussi@yahoo.it
CADONI FEDERICA
federicacadoni@gmail.com
CRUCCAS LUISA
luisa.cruccas@tiscali.it
DESSI GIADA
giadadessi82@libero.it
ECCA ANNA RITA
r_ecca@libero.it
MASALA ENRICO
fammasala@tiscali.it
MURGIA ANNA PAOLA
murgia.annapaola@tiscali.it
PERALTA GIOVANNI
giovanniperalta83@gmail.com
PIRRI ANDREA
andreapirri@tiscali.it
PISCHEDDA MARIA FRANCA
francapischedda@katamail.com
POLO FABRIZIO
cltsrl@tiscali.it
Past-President
PINNA PARPAGLIA PAOLO
pinnaparpaglia@yahoo.com
Soci eletti negli Organi Direttivi Nazionali
CASULA CORRADO
corrado042004@libero.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
SERRA CLAUDIA
serraclaudia.med@gmail.com
 

Direttivo Regionale Sicilia del 2013


Presidente
GIUFFRIDA CLEMENTE
chigab@tiscali.it
Segretario
VERSACE ANTONIO GIOVANNI
agversace@unime.it
Consigliere
FAVITTA ROSARIO Vicepresidente
rosariofa@libero.it
NOTO GIOVANNI Tesoriere
giov.noto@virgilio.it
CALANDRA SALVATORE
salvo.calandra@iol.it
CAVALERI ALFONSO
alfonsocavaleri@alice.it
DI BONA ALESSANDRO
aledibona@alice.it
INCALCATERRA CALOGERO
cincalcaterra@yahoo.com
SARDO FIORELLA
fiorella.sardo@alice.it
SQUATRITO ROSARIO
rosario.squatrito@tin.it
TRAPANI VINCENZO PIO
enzotrap@libero.it
TRIMARCHI TIZIANA
tizianatrimarchi19@gmail.com
VALVO ENRICO
enrico.valvo@simail.it
Past-President
ZAGRA MICHELE
michele.zagra@libero.it
Coordinatore regionale Area Nursing
FICI IGNAZIO ANTONIO
i.fici@libero.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
MAMONE FRANCESCO
francescomamone@hotmail.it
 

Direttivo Regionale Toscana del 2013


Presidente
BERTINI ALESSIO
alessio.bertini@yahoo.it
Segretario
FROSINI FABIANA
fabianafrosini813@gmail.com
Consigliere
BOTTINO FABRIZIO
fabrizio.bottino@usl8.toscana.it
CAMAJORI TEDESCHINI RENZO
renzo.camajori@asf.toscana.it
CHELLI VITTORIO
v.chelli@usl9.toscana.it
DIRICATTI GAETANO
diricattigaetano@hotmail.com
GIANNAZZO GIUSEPPE
jusmela@tin.it
GIOMI SUSANNA
susanna.giomi@gmail.com
MONTOMOLI MARCELLO
marcello.montomoli@tin.it
PASTORELLI MARCELLO
marcello.pastorelli@unisi.it
PRATESI MAURO
mdpratesi@tin.it
RISTORI RICCARDO
riccardoristori@hotmail.it
Coordinatore regionale Area Nursing
CHIARELLI ROBERTINO
chiarelliroberto@yahoo.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
SARTINI STEFANO
elsarta@hotmail.com
 

Direttivo Regionale Umbria del 2013


Presidente
BORGOGNONI FRANCESCO
francesco.borgognoni@uslumbria1.it
Segretario
DE ROSA BENEDETTO
benedettoderosa@hotmail.com
Consigliere
BUSTI CHIARA
chiara.busti@gmail.com
CALABRò GIUSEPPE
Giuseppe.calabro@uslumbria2.it
FABBRI ALESSIA ZELDA
zelda.fabbri@gmail.com
GAMBONI ALESSIO
alegamboni@gmail.com
MONTI MANUEL
montimanuel@tiscali.it
MORICONI EMANUELA
manu_mori@yahoo.it
Rappresentante regionale Area Giovani Medici
GERMINI FEDERICO
federicogermini@gmail.com
 

Direttivo Regionale Veneto - Trento - Bolzano del 2014


Presidente
CHIESA MAURIZIO
machiesa@libero.it
Segretario
PIASENTIN GIUSEPPE
giuseppepiasentin@gmail.com
Consigliere
FOLGHERAITER GIORGIO Vice Presidente (Trentino Alto Adige)
giorgio.folgheraiter@gmail.com
CORA' FRANCESCO Vice Presidente (Trento)
francesco.cora@yahoo.it
BOSISIO EGIDIO
egidio.bettina@tiscali.it
CAUSIN FABIO
fcausin@libero.it
DIBELLO ALDO
aldo.dibello@ulss4.veneto.it
EPIFANI BIAGIO
biagio.epifani@ulss13mirano.ven.it
GOUIGOUX GIOVANNI
giovix1@aliceposta.it
MARINARO GIUSEPPE
drgiuseppe.marinaro@gmail.com
PARISI CLAUDIO
cparisi1@libero.it
RIBONI VINCENZO
vribon@tin.it
TENCI ANDREA
vestenhof@hotmail.com
PFEIFER NORBERT Provincia di Bolzano
airmed@alice.it

Past-President
MENON CLAUDIO
mcmenon52@gmail.com
Coordinatore regionale Area Nursing
BUFFOLO GABRIELA
Gabriela.Buffolo@ulss10.veneto.it
 

area simeu giovani



Da tempo penso tutti sentivamo il bisogno di creare un gruppo che mettesse insieme le esperienze e le necessità di noi giovani iscritti alla Società con l'obiettivo di promuovere la formazione, la ricerca e il networking tra gli appartenenti alla stessa.
Con il tempo questo bisogno è diventato una forte necessità 
e si è trasformato in una realtà.
 

Abbiamo cercato di interpretare quali potessero essere i desideri
ed i bisogni di giovani colleghi che si affacciano o vivono già da qualche tempo  questo mondo dell’Emergenza- Urgenza


Tutto ciò ha trovato sin dall'inizio il supporto del nostro Presidente, Dott. Schiraldi e di tutto il Consiglio Direttivo SIMEU, che avendo sempre dimostrato una particolare attenzione nei confronti di noi giovani “urgentisti” ha avallato con entusiasmo la nascita, in seno alla società madre e delle sezioni regionali, di questo gruppo permanente composto da e per i giovani SIMEU (per l'esattezza soci under 35). Nel corso dell’Assemblea Nazionale dei Soci che si è tenuta in occasione del Congresso di Vibo Valentia del giugno 2010, è stato modificato lo Statuto Societario e l’area Giovani è vi è stata inserita a pieno titolo. È stato previsto l’elezione di un rappresentante di SIMEU Giovani sia in ambito del Consiglio Direttivo Nazionale che nei singoli direttivi regionali.
Il nostro primo incontro ufficiale si è svolto a Pavia a Maggio del 2010.

Abbiamo cercato di riassumere il mondo dell’Emergenza- Urgenza in 9 punti programmatici.
 
1) Area Formativa: tutti i corsi SIMEU ed i Congressi patrocinati dalla Società sono diventati molto più accessibili per i colleghi dell’area. È stato poi deciso che nell’ambito del Congresso Nazionale verrà dedicata una speciale sessione ai Giovani che potranno fruire di Convenzioni particolari con strutture alberghiere nella città sede del Congresso

2) Interscambio formativo: l’obiettivo è quello di favorire una sorta di “mobilità” per periodi limitati fra i vari Dipartimenti d’Emergenza , intanto intra – regionali per poi estendersi a livello Nazionale e speriamo anche Europeo. Questo permetterà a colleghi che vorranno approfondire determinate tematiche o apprendere nuove tecniche di potere sviluppare queste capacità all’interno di DEA dove queste sono già consolidate e sotto il controllo di colleghi “più esperti” che avranno la funzione di Tutor.

3) Gruppi di ricerca Indipendenti.

4) Job Center: creare in rete uno strumento che renda immediatamente accessibile sia ai giovani SIMEU che ai Responsabili di Unità Operativa, la possibilità di conoscere in tempo reale la “domanda/offerta-lavorativa” sull’intero territorio Nazionale.

5) Interazione: esistono già delle sezioni giovani nell’ambito di altre Società Scientifiche, prima fra tutte la SIMI ( gruppo GIS). L’obiettivo è quello avviare dei percorsi/progetti comuni nell’ambito della ricerca e della formazione con i colleghi di altre discipline.

6) Web: Internet oggi è il primo mezzo di comunicazione dei giovani. È stato creato un “nostro” spazio dedicato all’interno del Sito della SIMEU, che permette un immediato confronto fra i giovani iscritti alla Società anche in termini di “gradimento” dei progetti e delle attività svolte dalla nuova aerea.

7) Rapporti con l’Università: con la nascita della Nuova Scuola di Specializzazione in Medicina d’Emergenza-Urgenza sarà necessario potenziare i rapporti con il mondo Universitario affinché i giovani specializzandi possano in qualunque momento avere le opportunità, gli strumenti e le corsie preferenziali per potere applicare e tradurre sul campo le conoscenze apprese .

8) Italian Journal of Emergency Medicine: nell’ambito della nostra rivista è nato un nuovo spazio interamente dedicato a noi. Si dà la possibilità di pubblicare articoli originali e progetti di ricerca nati dall’iniziativa di Giovani colleghi, ma anche di confrontarsi su tematiche ed eventualmente problematiche connesse con la difficile sopravvivenza del giovane medico nel mondo dell’ Emergenza.

9) Summer School in Medicina d’Urgenza: una possibilità unica di approfondire la nostra disciplina con lezioni tenute dai massimi esperti nazionali su tutti gli aspetti della nostra pratica quotidiana, dall’impiego dell’ecografia alla rianimazione cardio-polmonare. Il tutto in una full-immersion di una settimana in bellissimi resort!

Tanto è stato realizzato, ma tanto c’è ancora da fare! Benvenuti in SIMEU, benvenuti in SIMEU Giovani!!!
 

area nursing


        SIMEU è molto attenta al mondo infermieristico.
Aiuta e promuove la crescita della professione all’interno della società scientifica
              e valorizza il ruolo che gli infermieri rivestono nel mondo dell’emergenza.




Referente e Coordinatore Nazionale AREA NURSING: DELLEPIANE ANDREA ( grifo1970 @ live.it )
 

Una opportunità per la professione di decidere come fare, quando fare, perché fare in medicina di emergenza urgenza




















contatti




SIMEU SOCIETA' ITALIANA di MEDICINA D'EMERGENZA-URGENZA Società Scientifica dei Medici d'Urgenza, di Pronto Soccorso e dell'Emergenza Territoriale

Via Valprato 68 – 10155 Torino E-mail: segreteria@simeu.it Telefono 02 67077483 - Fax 02 89959799



Informazioni generali
Rapporti con i Soci
Segreteria corsi
Ufficio Stampa
Amministrazione
Assistenza tecnica

La Segreteria risponde dalle h. 9.00 alle h. 13.00

Assistenza ai Soci: (interno 1)

Corsi: (interno 2)

Amministrazione: (interno 3)

Nel mese di Agosto 2014 gli uffici della Segreteria Nazionale SIMEU rispetteranno i seguenti giorni di chiusura:

- Segreteria Soci da lunedì 11 a venerdì 22 compresi

- Amministrazione Clienti e Fornitori da lunedì 11 a venerdì 29 compresi




Direttore Dr. Giorgio Carbone

Redazione
Ufficio Stampa

 





Titolo:
Nome:
Cognome:
Email:
Telefono:
Cellulare:
Messaggio:
Consenso al trattamento dati personali:

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo quanto previsto dalla legge 196/03

Inserisci i caratteri dell'immagine:


area riservata


Non è ancora Socio SIMEU?
Effettui subito l'Associazione "on line"!
Potrà essere parte attiva nei progetti di Formazione, Ricerca scientifica ed epidemilogica e nello sviluppo organizzativo e metodologico della Medicina d'Urgenza in Italia ed in Europa.
Se non è ancora SOCIO SIMEU, il primo passo per l'iscrizione è la registrazione al sito: Registrati adesso
Se invece si è già registrato al sito, oppure se è già SOCIO e desidera regolarizzare la Sua posizione, effettui il LOGON per accedere all'area riservata



Novità! Paga la tua quota con carta di credito,
aggiorna la tua scheda e procedi con il pagamento on-line



Attenzione!!

La consultazione di questa sezione è riservata agli utenti registrati al sito SIMEU.

Se non lo hai ancora fatto, Registrati adesso



SIMEU - SOCIETA' ITALIANA di MEDICINA D'EMERGENZA-URGENZA

Segreteria Nazionale: Via Valprato 68 – 10155 Torino - c.f. 91206690371 - p.i. 02272091204
E-mail: segreteria@simeu.it - pec: simeu@pec.simeu.org - Tel. 02 67077483 - Fax 02 89959799